I volti e i gesti di chi, in America, sperimenta già i viaggi sulle auto senza pilota di Waymo

È dal 2009 che Google è al lavoro sulla guida autonoma tramite la controllata Waymo, i cui prototipi hanno percorso, fino ad oggi, oltre 6,5 milioni di chilometri. Da alcuni mesi lo stato dell’Arizona ha dato il via alla sperimentazione sulle strade di Phoenix di auto driverless, cioè che non necessitano della presenza di un guidatore a bordo. Ma non è tutto: per la prima volta è stato consentito il trasporto di passeggeri, vere e proprie “cavie” sui sedili posteriori, come mostra il video qui sotto.

Date le istruzioni, lei va

Ormai ci siamo abituati ad auto che interagiscono con la guida quotidiana, come per esempio tramite i sistemi di sicurezza attivi che sono in grado di intervenire su sterzo, motore e freni; nonostante questo risulta strano vedere il posto di guida completamente vuoto, affidandosi completamente ad un’intelligenza artificiale che osserva e valuta tutto ciò che ci circonda. Durante il viaggio si può riposare, lavorare, studiare o semplicemente guardare fuori, muovendosi in completa sicurezza sotto l’attento occhio elettronico.

Auto completamente indipendenti

È il futuro; che sia tra pochi o tra molti anni, la guida autonoma entrerà a far parte della quotidianità. Waymo ha già ordinato una flotta di migliaia di Chrysler Pacifica, per proseguire i test su tutto il territorio nazionale e acquisire una maggior quantità di dati utili. Non solo le auto sono senza guidatore, ma oltretutto non necessitano di alcun tipo di assistenza. Analizzando i dati raccolti nel 2017 infatti, si è evidenziato come le auto Waymo abbiano percorso in media 9.000 chilometri prima che fosse necessario un qualsiasi tipo di intervento umano.

 

Gallery: Chrysler Pacifica Waymo