Inizialmente avrà la sola trazione posteriore e potenza di 286 CV con 400 Nm di coppia

Dopo averla presentata come concept nel 2018, BMW ha iniziato una lunga serie di test per la versione di produzione della iX3, il SUV elettrico che dovrà competere con Audi e-tron, Mercedes EQC e Jaguar I-Pace. Test svolti in segreto (spy photo a parte) senza rilasciare dettagli. Oggi finalmente ci siamo e attraverso un comunicato stampa ufficiale la Casa bavarese ha rilasciato i primi dati tecnici della BMW iX3 di serie, in arrivo nel corso del 2020 e prodotta in Cina grazie alla joint venture con Brilliance Automotive.

Fotogallery: BMW iX3, i teaser

Più di 400

Prima di tutto il dato più importante per un’auto elettrica: l’autonomia. La iX3 utilizzerà un pacco batterie da 74 kWh che garantirà che al SUV a emissioni zero una percorrenza di circa 440 chilometri con una sola carica, calcolata secondo il ciclo WLTP. Secondo i dati ufficiali BMW il consumo energetico sarà particolarmente basso, inferiore ai 20 kWh per 100 chilometri, consentendo quindi di limitare l’ingombro (e quindi anche il peso) delle batterie.

Gli accumulatori alimenteranno la nuova (la quinta) generazione del sistema di propulsione elettrica eDrive, sviluppato internamente da BMW e che permetterà di avere differenti potenze a seconda del modello che serviranno. In futuro infatti tale tecnologia verrà utilizzata anche sulla i4 e sull’ammiraglia (sempre a ruote alte) iNext, entrambe previste per il 2021.

Elettrica posteriore

Tornando alla iX3 la potenza sarà di 210 kW (286 CV) con una coppia di 400 Nm, generati da un unico motore accoppiato all’asse posteriore. Uno schema che mantiene fede alla tradizione BMW e che, con ogni probabilità, in futuro sarà affiancato anche da una versione a 4 ruote motrici con un motore anteriore.

Con l’arrivo della variante elettrica la BMW X3 diventerà il primo modello della Doppia Elica disponibile sia con motori convenzionali a benzina e diesel, sia con trazione ibrida plug-in e con motorizzazione puramente elettrica.

Fonte: BMW