Non solo, si tratta anche del primo V3 a 250 kW

Non c'è dubbio sul fatto che una delle motivazione che pone Tesla come leader nel mondo delle elettriche, oltre alla produzione di auto esclusivamente a emissioni zero, sia la sua rete di ricarica. La forte capillarità e le potenze elevate dei supercharger, insieme alla semplicità di utilizzo, la pongono avanti rispetto alle competitor.

Proprio oggi Tesla raggiunge il traguardo delle 500 stazioni in Europa, con l'inaugurazione della stazione di ricarica presso il centro di Park Royal, a ovest di Londra. A tutti gli effetti è il primo Supercharger V3, che viene attivato al di fuori degli States, e arriva puntuale come promesso.

Più potenza 

Queste nuove stazioni di terza generazione rappresentano un'evoluzione notevole rispetto ai modelli attualmente disponibili, perché il limite massimo di potenza passa da 150 kW a 250. Si tratta di una potenza in grado di far accedere a tempi di ricarica quasi dimezzati. Tra l'altro, da sottolineare c'è il fatto che adesso le colonnine non condividono più l'energia tra due colonnine vicine, quindi tutte le auto hanno accesso ai 250 kW.

tesla supercharger

Nello specifico

A Park Royal si possono trovare otto colonnine V3 e altre otto V2, che portano il totale europeo sopra quota 4.700. Si tratta di un gran bel traguardo raggiunto dalla Casa americana dal 2013: la prima stazione è stata inaugurata in Norvegia e sempre qui è possibile trovare la stazione più grande di tutto, grazie alla presenza di ben 44 colonnine.

tesla supercharger
tesla supercharger

Buone notizie

Il colosso USA ci tiene a precisare che ogni Supercharger V3 in europa supporterà nativamente i connettori CCS, anche se naturalmente sarà accessibile a tutte le auto Tesla grazie a degli adattatori. Questi saranno inclusi nel prezzo delle nuove Model S e X, e venduto separatamente a prezzi accessibili ai proprietari delle Model S e X già in vendita.