Non sarà semplice ampliare la gamma della Urus per la casa di Sant'Agata

Presentato per la prima volta nel 2018 come concept pensato per le gare in pista, Lamborghini Urus ST-X ha fatto il suo debutto ufficiale l'anno successivo come "il primo Super SUV nel mondo delle corse".

Secondo alcune voci, la Urus ST-X farà la sua prima apparizione nel 2020, ma un report di Autoblog.com confermerebbe il programma. Lo stesso Maurizio Reggiani, a capo del dipartimento R&D di Lamborghini, ha affermato che questa versione del super SUV sarà presente alla finale mondiale del Lamborghini Super Trofeo 2020, in programma dal 31 ottobre al 1 novembre a Misano, in Italia. "Ci sarà una gara dimostrativa in cui presenteremo il formato", ha detto Reggiani.

Fotogallery: Lamborghini Urus ST-X

Dieta ferrea

L'Urus ST-X non riceverà un aggiornamento a livello motoristico, il che significa che manterrà il V8 da 4.0 l a bi-turbo dalla Urus stradale, offrendo 650 cavalli e 850 Nm di coppia. Tuttavia, va sotto i ferri per perdere un quarto del peso, stimato in 550 chilogrammi e portare la massa a vuoto sui 1.650 kg.

Con la versione ST-X riconfermata, la gamma Urus si espanderà con una versione pronta ad affrontare i campi gara che sarà protagonista del suo monomarca.

Un'altra aggiunta alla gamma Urus sarebbe rappresentata da una versione ibrida. E non è solo un ibrido: è un ibrido plug-in che verrà costruito sulla piattaforma attuale di Urus. Fortunatamente, la piattaforma Urus è pronta per l'elettrificazione, come dimostra Porsche Cayenne con la variante e-hybrid.

Crisi di identità?

Tuttavia, persiste il problema della versione ibrida. Visto che anche gli altri SUV sono sotto l'egida di Volkswagen e ottengono le stesse versioni ibride, la sfida è quella di differenziare l'ibrido plug-in  dal resto dei suoi modelli omologhi.

"La parte più importante sarà definire in che modo una Lamborghini deve utilizzare questa energia elettrica e in che modo possiamo essere diversi dagli altri utenti di questa piattaforma", stando a quanto ha dichiarato Reggiani.