Pensata per il mondo virtuale, diventa un prototipo reale. È la prima auto nata della collaborazione tra videogiocatori e designer

Il legame tra mondo virtuale e reale è ormai sempre più sottile. Ad esempio, nei primi mesi il coronavirus ha trasformato la Formula 1 in un videogame. Alcuni videogiochi, invece, sono diventati vetrine di design per alcune case che si sbizzarriscono nel creare modelli unici. L’ultima creazione estrema è la Fordzilla P1.

Questa futuristica hypercar (che non ha nulla a che fare con la McLaren P1) non rappresenta solo un esercizio di stile: Ford ne ha costruita una reale per far sognare i videogiocatori e non solo.

Dai gamers, per i gamers

Il progetto è partito lo scorso marzo con circa 250mila videogiocatori che hanno votato allestimento e caratteristiche della vettura su Twitter. Dall’abitacolo ai sedili, passando per la collocazione del motore, la community ha fornito indicazioni agli ingegneri dell’Ovale Blu Robert Engelmann e Arturo Ariño. Il “debutto digitale” della P1 è avvenuto lo scorso agosto al Gameson 2020 in Germania.

Fotogallery: Team Fordzilla P1

Il risultato è un’auto estrema con monoscocca, frontale basso e passaruota molto muscolosi. La parte posteriore è quella più audace con le ruote e il sistema di sospensioni completamente esposti.

L’abitacolo ospita due passeggeri ed è coperto da una cupola di vetro. Il volante con display integrato consente lo scambio di dati in tempo reale con il team al pit wall.

Team Fordzilla P1

Sulla vettura sono presenti anche alcuni originali “easter eggs”. Il messaggio AFK (Away From Keyboard) nell’abitacolo ricorda agli occupanti del sedile che in quel momento sono lontani dalla tastiera. #levelup è un messaggio per tutti quei gamers che cercano di migliorarsi in ogni sessione, mentre #liftoff fa riferimento al passaggio dell’auto dal mondo virtuale a quello reale.

Infine, “GLHF” (Good Luck, Have Fun) rappresenta un invito ad ogni giocatore di godersi la corsa.

Un vero prototipo

La Fordzilla P1 non è presente, al momento, in nessun videogame. Ma è diventata realtà.

Il team di design della P1 ha realizzato una copia fisica della vettura. In sole sette settimane, l’hypercar americana è così passata da un progetto CAD al mondo reale. Ciò che sorprende di più del processo di creazione  è che il team ha lavorato solo da remoto coi membri dislocati in cinque paesi diversi.

Team Fordzilla P1

Lunga 4,73 m e larga 2, la Fordzilla è alta appena 89 cm. Impressionanti le gomme da 21” con sezione da 315 all’anteriore e 355 al posteriore.

Il prototipo è, di fatto, un modellino in scala 1:1 del progetto iniziale. Il motore non è presente e non sappiamo se esistano maniglie o sistemi di accesso per salire a bordo. Ma non è così importante alla fine: la P1 ci dà un’idea di cosa potremo vedere nei saloni dell’auto del futuro.

Nel canale YouTube di Fordzilla potete vedere i vari passaggi nella realizzazione dell'hypercar.