E' ufficiale, dopo Abruzzo e Valle D'Aosta il RIVS (Registro Italiano Veicoli Storici) è stato riconosciuto dalla Regione Lombardia e può ora certificare le auto con età compresa tra i 20 e i 29 anni per l'esenzione totale del bollo.

Si tratta di un passo importante per l'associazione, che amplia grazie alla modifica del comma 4bis dell’art. 48 della l.r. 10/2003, il ventaglio di Regioni in cui può operare.

Niente bollo solo se riconosciute

Grazie alla modifica apportata, anche in Lombardia, dunque, le auto e le moto che hanno superato i 20 anni di età non pagheranno più il bollo se certificate dal Registro Italiano Veicoli Storici, o RIVS, ente incaricato di salvaguardare il patrimonio culturale rappresentato dalle auto d'epoca, verificandone (appunto certificando) anche l'effettiva originalità storica.

Come riportato sul sito del Registro, per ottenere l'esenzione del bollo le auto devono ottenere il certificato CSS, che si può richiedere attraverso una procedura guidata che trovate nel dettaglio sul sito del RIVS

Una volta completata la procedura, il Registro provvederà a inviare alcuni documenti da compilare e firmare, in particolare il DAS, Domanda di Ammissione a Socio, il Modulo della regione Lombardia e il CSS, Certificato Speciale di Storicità per ognuno dei veicoli per cui si chiede l’esenzione.

Ricevuta tutta la documentazione richiesta, l'ente invierà poi una PEC alla Regione Lombardia e informerà l'utente a seguito dell'ottenimento dell'esenzione, di norma entro 60 giorni.

Il Presidente del RIVS Nicoletto con il consigliere regionale lombardo, Alessandro Corbetta, col presidente di RIVS Lombardia, Francesco Galimberti, e con il presidente dell'Associazione Amici della Paraplegia, Angelo Colombo.

Il presidente RIVS, Rossano Nicoletto, ha commentato:

"Per la modifica di legge che ha permesso il raggiungimento di questo storico risultato, ringraziamo il primo firmatario dell’emendamento, il capogruppo della Lega in Regione Lombardia, Alessandro Corbetta, che ha accolto così le richieste di moltissimi club, tra cui quelli affiliati RIVS, presenti nella Regione."