Alfa Giulia Veloce Q4: “integralista”, ma equilibrata [VIDEO]

Alfa Romeo Giulia Veloce: un nome che è tutto un programma, ma che non è tutto. Già, parliamo di una macchina che va a mettersi tra la sportivissima Quadrifoglio e la Giulia “normale”, ma che è anche la prima tra le nuove Alfa ad avere la trazione integrale, come suggerisce la sigla Q4 sulla coda. In attesa del SUV Stelvio, certo. In tutto questo, nella prova che sto per raccontarvi e che potete guardare nel video, la voglia di guidare un’altra volta una Giulia a benzina mi ha fatto quasi dimenticare di avere a disposizione quattro ruote motrici, oltre che addirittura una seconda Giulia Veloce a mia disposizione, quella con il motore diesel più potente della gamma.


Com’è


Ma andiamo con ordine, partendo da come mi si sono presentate le due nuove Giulia di questa prova: nascoste nella nebbia di Balocco, la pista di casa, ma non abbastanza da non notare - già in lontananza - il colore. Blu per la 2.0 turbo benzina da 280 CV e nero per la 2.2 turbo diesel da 210 CV, una con le pinze dei freni gialle a contrasto, l’altra invece in un look total black molto cattivo. Per i dettagli esterni ed interni tipici di questo allestimento vi rimando all’articolo dedicato, sottolineando però che il cambio automatico (di serie sulla Veloce) è sempre abbinato alle meravigliose palette in alluminio, fisse dietro al volante, che è riscaldato e d’impostazione più sportiva.


Come va


Pri...