Mercedes SLK 250 CDI Premium

Il sole, il mare, i tramonti, lunghe giornate e lunghe nottate. In termini automobilistici, cosa rappresenta l'estate meglio di una spider? E' un simbolo che resiste ancora, nonostante il caro carburanti. Allora perché non farne una che consumi poco? La soluzione in casa Mercedes si chiama Mercedes SLK 25 CDI, ovvero la prima volta della SLK con un motore turbodiesel, una novità introdotta con la terza generazione. Un weekend in compagnia della Mercedes SLK 25 CDI Premium ci ha fatto scoprire una spider dai due volti: l'esperienza di guida è veramente "premium" come il nome dell'allestimento top di gamma – del resto costa quasi 48 -, ma la spesa al distributore per il weekend al mare o in montagna è "low cost": 5,2 l/ km il dato da noi registrato su un percorso molto vario in città, strade di montagna e autostrada, dunque in linea con i 4,9 l/ km dichiarati dalla Casa. Poco, molto poco, una qualità che la rende una delle poche due posti utilizzabili anche a lungo raggio.

DIESEL, CHI LO DIREBBE?

Cofano lungo, abitacolo arretrato, altezza "rasoterra" e il frontale dalla griglia ampia sono naturalmente gli stessi del resto della gamma SLK R72, dunque è impossibile cogliere le differenze con le altre motorizzazioni se non fosse per la sigla "CDI" sul baule. A Stoccarda hanno pensato a dotare anche la SLK 25 CDI del doppio terminale di scarico così che il posteriore, che è uno dei profili più riusciti della SLK (tanto che non è cambiato poi molto dalle precedenti generazioni) rima...