Lo stabilimento turco della Tofas raggiunge un traguardo a sette cifre

Dalle linee dello stabilimento della Tofas di Bursa (in Turchia) è uscito il milionesimo esemplare del Fiat Doblò il multispazio torinese nato nel 2000 e diventato uno dei veicoli commerciali leggeri di maggior successo per la Casa torinese.

Al fondo della linea, ad attendere il Doblò di colore "caffè turco" (destinato al mercato locale) c'erano - oltre al CEO della Tofas, Ali Pandir - il ministro dell'Industria e del Commercio Nihat Ergün e alcuni rappresentanti della Koç Holding, tra i quali il Presidente del Consiglio di Amministrazione Mustafa V. Koç, nonché impiegati e operai dello stabilimento, fornitori e concessionari.

Realizzato in numerose varianti e motorizzazioni, Fiat Doblò e Fiat Doblò Cargo vengono commercializzati in 80 Paesi. Il Doblò è stato il primo modello realizzato nello stabilimento di Bursa e del milione di esemplari prodotti circa il 70 per cento è destinato ad essere commercializzato al di fuori dei confini turchi.

L'ultima versione ad aggiungersi alla famiglia Doblò è la Doblò Natural Power, la motorizzazione a metano che adotta il 1.4 16v T-jet da 120 CV Euro 5 con un impianto specifico che non limita la volumetria del bagagliaio che rimane di 790 litri e di 3.200 litri con i sedili abbattuti.

Fiat Doblò a quota 1 milione

Foto di: Daniele Pizzo