I primi 3.000 esemplari hanno 160 CV e saranno venduti anche in Canada

Sono arrivate via mare, come tanti “connazionali” che in passato hanno fatto lo stesso viaggio nella speranza di fare fortuna: sono sbarcate a Baltimora le prime Fiat 500L (3.000 esemplari) per gli USA e il Canada. E’ stata la prima tappa di un trasporto conclusosi ad Halifax, sulla costa canadese. E ora la Fiat 500L prova a ripetere il successo che finora è riuscita a conquistarsi in Europa, perlomeno secondo la casa costruttrice, che sostiene come la 500L sia “l'unico modello in continua crescita nel suo segmento in Europa, nonostante la difficile congiuntura economica: dal lancio ad oggi ne sono state immatricolate quasi 34.000”. Da poco, inoltre, è entrata in listino la 500L Trekking, versione rialzata da terra e con caratterizzazione off-road con prezzi da 19.650 euro.

IL MOTORE “MIGLIORE” DELLA CATEGORIA

Per il mercato nordamericano la Fiat 500L adotta un motore esclusivo, con il più alto rapporto potenza/litro del segmento e i migliori valori di potenza e coppia della sua categoria: rispettivamente 160 CV e 250 Nm. Si tratta di un’evoluzione del 1.4 MultiAir, abbinabile sia ad un cambio manuale a sei marce sia ad una trasmissione automatica a doppia frizione a secco a sei velocità derivato dal cambio dual clutch TCT che abbiamo provato sull’Alfa Romeo Giulietta. Anche in questo caso si tratta di un contenuto esclusivo nella categoria, che vuole contribuire a supportare prestazioni e piacere di guida anche se i mercati USA e Canada prediligono storicamente il comfort. Infatti già in passato sulla pista di prova Fiat di Balocco i tecnici ci avevano confidato che l’handling e lo sterzo della 500L “americana” sarebbero stati tipicamente europei, per un comportamento dinamico preciso (che abbiamo avuto modo di testare nella video-prova su strada della motorizzazione turbodiesel 1.6).

DAI BALCANI VERSO IL MONDO

Per alimentare anche Stati Uniti e Canada lo stabilimento FAS (Fiat Automobilse Serbia) di Kragujevac è stato potenziato con l’assunzione di circa 600 nuovi lavoratori, che serviranno anche per far fronte all'aumento dei volumi di produzione previsto dai piani di esportazione del modello Fiat 500L nel mondo. La commercializzazione riguarderà oltre 100 mercati, compresi quelli di Asia e Pacifico. Da poco, inoltre, Fiat è stata insignita del titolo di Companybest 2012 dalla giuria di Autobest, organizzazione per il settore automobilistico dei mercati emergenti europei, proprio per gli investimenti dedicati alla della fabbrica serba, diventata il più grande impianto per la produzione di automobili dell'Europa sud-orientale, oltre che uno dei più moderni sul Vecchio Continente.

Fotogallery: Fiat 500L partecipa alla 76esima Fiera del Levante