La monovolume giapponese mette a frutto l’accordo motoristico con i tedeschi. La nuova versione d’accesso ha 112 CV e arriverà nel 2014

L’imminente arrivo sul mercato della Toyota Verso 1.6 D-4D rappresenta il primo frutto concreto dell’accordo di collaborazione stretto due anni fa fra Toyota e BMW per la fornitura di motori diesel realizzati dal gruppo tedesco. Il motore della Toyota Verso 1.6 D-4D, opportunamente adattato per integrarsi nella monovolume giapponese, è infatti lo stesso common rail di 1,6 litriBMW 116d, 316d e sull’attuale MINI Cooper D.

QUALCHE AGGIUSTAMENTO E START/STOP

L’annunciata Toyota Verso 1.6 D-4D, che si pone come motorizzazione d’accesso sotto la 2.0 D-4D, ha una potenza di 112 CV a 4.000 giri/min, un picco di coppia massima di 270 Nm fra 1.750 e 2.250 giri/min ed emissioni di CO2 pari a 119 g/km. Lo sviluppo della Toyota Verso 1.6 D-4D e l’adattamento del motore BMW è stato seguito dal centro tecnico TME in Belgio, dove sono stati modificati i supporti motore, il volano a bimassa, la scatola del cambio e molte altre parti che includono il nuovo sistema start/stop. La produzione della Toyota Verso 1.6 D-4D nello stabilimento turco di Adapazari partirà a gennaio 2014.

A SEGUIRE IL 2.0 D-4D, L’AUTO A IDROGENO E UNA SPORTIVA

Ricordiamo che l’accordo di collaborazione fra i gruppi BMW e Toyota, siglato a dicembre 2011 ed esteso nel 2012 prevede numerosi progetti comuni che partono proprio dalla fornitura di motori diesel BMW a Toyota. Dopo il 1.6 D-4D arriverà nella gamma Toyota anche il 2.0 D-4D di derivazione BMW, ma a seguire vedremo anche la condivisione di tecnologie nel settore delle auto a idrogeno (celle a combustibile), delle batterie agli ioni di litio per auto ibride ed elettriche e nella realizzazione di carrozzerie più leggere. Non mancherà neppure un’auto sportiva firmata BMW e Toyota.

Toyota Verso, perché comprarla... e perché no [VIDEO]

Foto di: Giuliano Daniele