In queste due sole Regioni è stato immatricolato il 18% del totale, grazie soprattutto al noleggio

Il 2017 è stato un buon anno per il mercato dell’auto in Italia, cresciuto del 7,9% grazie al noleggio (+18,2%) e alla vendita a società (+27,5%), mentre il canale dei privati ha proseguito la sua discesa (-1,8%). Leggendo i numeri in base all’area geografica emergono considerazioni interessanti che rispecchiano ovviamente i dati macro economici su PIL per abitante e reddito disponibile diffusi dall’Istat: il PIL per abitante nel 2016 è risultato pari a 34,2 mila euro nel Nord-Ovest, a 33,3 mila euro nel Nord-Est e a 29,9 mila euro nel Centro; la spesa pro capite per consumi finali delle famiglie a prezzi correnti è stato invece di 19,9 mila euro nel Nord-Ovest, 19,6 mila euro nel Nord-Est, 17,8 mila euro nel Centro e 12,9 mila euro nel Mezzogiorno. Di fronte a questi numeri è facile quindi immaginare che la maggior parte delle auto è stata immatricolata nel Nord Ovest. Si pensi che, se a livello nazionale è stata venduta un’auto nuova ogni 31 abitanti, nel Nord-Ovest la media è stata di una per 25 abitanti; nel Nord-Est di un’auto nuova per 18 abitanti; nel Centro per 30 e nel Mezzogiorno per 70 abitanti. Solo in Valle d’Aosta e in Trentino Alto Adige, dove le vendite sono aumentate rispettivamente del 20% e del 16%, è stato immatricolato il 18% del mercato complessivo. Un numero trainato dal noleggio (il 76% delle auto è stato intestato a società di questo tipo).


Le auto aziendali dominano il Nord Ovest


Il mercato delle auto aziendali domina in particolare in Piemonte e Lombardia, con quote rispettivamente del 26% e del 19%. Di fatto è in queste Regioni che hanno sede molte medie e grandi aziende, dotate di proprie flotte e dove è più diffusa l’auto come benefit aziendale; seguono in classifica Emilia Romagna, Veneto e Lazio.


Che fine hanno fatto le auto private?


Le auto private sono sempre meno in Italia. E’ un trend che va avanti da anni ormai e che segue la crescita del noleggio a breve e lungo termine. Nell’anno appena terminato la maggior parte delle auto è stata venduta a privati residenti nel Nord Ovest (32%) e nel Centro (24%), con le regioni del Nord-Est che seguono a ruota (23%), mentre il Sud resta indietro (21%). La Regione dove sono state vendute più auto ai privati è la Lombardia (20%), seguita dall’Emilia Romagna (10%), dal Lazio (9,6%), dalla Toscana, dal Veneto e dal Piemonte (9%).


Le immatricolazioni 2017 per Regioni d’Italia


Valle d’Aosta 59.963 unità (+20,4%)
Piemonte 219.787 unità (+23,2%)
Lombardia 322.894 unità (+4,7%)
Liguria 35.594 unità (+1,4%)
ITALIA NORD OVEST 638.238 unità (+11,6%)


Friuli Venezia Giulia 36.641 unità (+8%)
Trentino Alto Adige 298.972 unità (+15,6%)
Veneto 145.541 unità (+2,9%)
Emilia Romagna 153.825 unità (+4,4%)
ITALIA NORD EST 634.979 unità (+9,2%)


Toscana 172.860 unità (+1,1%)
Umbria 25.646 unità (+2,7%)
Marche 42.215 unità (+2,7%)
Lazio 155.941 unità (+7,8%)
ITALIA CENTRO 396.662 unità (+3,9%)


Abruzzo 29.557 unità (+2,6%)
Basilicata 8.878 unità (-0,4%)
Campania 66.292 unità (-0,6%)
Molise 4.121 unità (+2,6%)
Puglia 57.688 unità (+3,4%)
Calabria 30.943 unità (+5,8%)
Sicilia 67.982 unità (+1,8%)
Sardegna 30.733 unità (5,6%)
ITALIA SUD E ISOLE 296.194 unità (+2,4%)