Pensato per il puro divertimento, può andare su acqua e su terra, rigorosamente in elettrico

C’è chi per la laurea riempie pagine e pagine (e pagine…) di nozioni, interessanti, per carità, ma molto teoriche. E poi c’è chi mette in pratica quello che ha studiato negli anni di corso e dà vita, forma e sostanza alle proprie conoscenze. Nel caso degli studenti dello IED di Torino (Istituto Europeo di Design), il frutto delle loro fatiche è stato esposto in uno dei saloni dell’auto più prestigiosi al mondo: il Salone di Ginevra.

Pensata per divertirsi

A commissionare il lavoro, la coreana Hyundai, che ha chiesto agli studenti di creare un buggy focalizzato esclusivamente sul piacere di guidare e di… Vivere. Nel dettaglio, si chiama Kite e si tratta di un veicolo molto futuristico, di costruzione leggera e a due posti, capace di trasformarsi in una moto d’acqua monoposto. Alla realizzazione del Kite – in scala 1:1 – hanno lavorato gli studenti del Master in Transportation Design dello IED di Torino insieme ai più esperti colleghi del Design Centre di Hyundai Europa.

Forme affascinanti, idee suggestive

Visto dal vivo, il Kite dimostra immediatamente e da qualsiasi parte lo si guardi quanto sia avanti, lontano da un’eventuale produzione: al di là della capacità di andare sia su acqua sia su asfalto, il Kite ha anche il volante che si può applicare a destra o a sinistra dell’abitacolo, forme a dir poco azzardate e gomme di dimensioni XXL. La propulsione è ovviamente elettrica ed è demandata a quattro motori elettrici posizionati all’interno delle ruote, di cui però nulla in più si sa, almeno per ora.