Viaggio fra i costi dell'elettricità nel Vecchio Continente per scoprire che tanti la pagano meno di noi

Il tempo della mobilità elettrica di massa a zero emissioni è ancora un po’ lontana in Italia, complice l'infrastruttura di punti di ricarica veloce ancora in via di sviluppo, ma chi vuole provarla e non viaggia tanto in autostrada può già mettersi in garage un’auto a batteria. Questi pionieri della mobilità sostenibile, più numerosi nel Nord Europa che in Italia, sanno che viaggiare in elettrico è rilassante e appagante e in alcuni casi pure conveniente per i costi chilometrici. La convenienza rispetto alle auto a benzina, Diesel, GPL e metano dipende infatti dal prezzo dell’energia per muoversi, in questo caso elettrica anziché liquida o gassosa. Un prezzo che cambia da un Paese all’altro e che rende così molto variabile la spesa un pieno elettrico fatto in Italia o in Norvegia: vediamo di quanto.

Italia settima in Europa con i suoi 20 centesimi per kWh

Per fare un confronto fra il costo di un “pieno elettrico” dobbiamo partire dal prezzo dell’elettricità per il cliente finale, quello che ricarica l’auto in garage o in giardino da una normale presa elettrica o da una più potente wallbox o colonnina appositamente installata. In questo ci aiuta l’ultimo rapporto pubblicato dall’Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione Europea che fornisce i prezzi medi dell’elettricità per i clienti privati del Vecchio Continente nel secondo semestre 2017, tasse incluse. Scopriamo così che l’Italia si posiziona nella parte alta della classifica, quella più cara, settima in Europa con una media nazionale di 0,2080 euro/kWh contro la media europea che si ferma a 0,2048 euro/kWh. Ricordiamo però che le ricariche pubbliche, quelle dalle colonnine su strada, sono mediamente più costose, come dimostrano i 0,50 euro/kWh delle prese Fast di Enel X.

Nissan Leaf Virginia Raggi

 8,32 euro per un pieno della Nissan Leaf

L’elettricità più costosa è quella venduta in Germania e in Danimarca a quota 0,3048 euro/kWh e 0,3010 euro/kWh, mentre i clienti europei più fortunati sono quelli di Ungheria, Lituania e Bulgaria che pagano rispettivamente 0,1134, 0,1107 e 0,0983 euro/kWh. Spostandosi appena fuori dall’unione si trovano poi i casi limite di Kosovo e Ucraina in cui il prezzo dell’elettricità scende fino a 0,0654 e 0,0383 euro/kWh. Con questi dati alla mano è facile calcolare il costo di un pieno elettrico per la Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta al mondo che ora ha una batteria da 40 kWh di capacità. Con questo pieno è possibile percorrere 378 km, almeno stando all'omologazione secondo il ciclo NEDC. Così vediamo che in Germania si spendono 12,19 euro per un pieno della Leaf (3,3 euro/100 km), in Italia si scende a 8,32 euro (2,24 euro/100 km) e in Ucraina si arriva al minimo di 1,53 euro (0,41 euro/100 km) per la stessa ricarica. Qui sotto la classifica di quanto spende ogni cittadino europeo per ricaricare la Leaf a casa, da una normale presa domestica, Paese per Paese.

Paese Prezzo elettricità (euro/kWh) Costo di una ricarica Nissan Leaf (euro)
Germania
0,3048
12,19
Danimarca
0,3010
12,04
Belgio
0,2877
11,51
Irlanda
0,2355
9,42
Portogallo
0,2230
8,92
Spagna
0,2177
8,71
Italia
0,2080
8,32
Media Ue
0,2048
8,19
Svezia
0,1993
7,97
Austria
0,1978
7,91
Regno Unito
0,1856
7,42
Cipro
0,1826
7,30
Francia
0,1756
7,02
Grecia
0,1620
6,48
Lussemburgo
0,1618
6,47
Slovenia
0,1613
6,45
Norvegia
0,1605
6,42
Finlandia
0,1599
6,39
Lettonia
0,1582
6,33
Paesi Bassi
0,1556
6,22
Islanda
0,1518
6,07
Repubblica Ceca
0,1488
5,95
Polonia
0,1451
5,80
Slovacchia
0,1442
5,77
Malta
0,1364
5,45
Estonia
0,1319
5,27
Romania
0,1289
5,15
Croazia
0,1236
4,94
Ungheria
0,1134
4,53
Lituania
0,1107
4,43
Moldavia
0,1013
4,05
Montenegro
0,1003
4,01
Bulgaria
0,0983
3,93
Turchia
0,0959
3,83
Albania
0,0856
3,42
Macedonia
0,0811
3,24
Serbia
0,0695
2,78
Kosovo
0,0654
2,61
Ucraina
0,0383
1,53

 [Fonte: Eurostat - Elaborazione dati: Motor1.com Italia]

 

Leggi anche: