Gli stabilimenti sono in Europa, America Settentrionale e Cina. Per renderlo possibile l'investimento è di 11 miliardi di euro

La prima Volkswagen elettrica Made in USA nascerà in Tennessee (Chattanooga) nel 2022. Lo conferma il piano produttivo delle vetture a zero emissioni basate sulla nuova piattaforma modulare elettrica MEB. La casa tedesca ha investito circa 700 milioni di euro nella costruzione di questo primo stabilimento (che creerà mille nuovi posti di lavoro) e che si affianca agli altri 7 divisi tra Europa, America Settentrionale e Cina. In questo modo il costruttore tedesco mira all'obiettivo di vendere oltre 1 milione di auto elettriche all’anno entro il 2025.

Volkswagen MEB

Un'ampia gamma di modelli

La casa automobilistica, conosciuta come “l’auto del popolo”, vuole portare avanti la stessa tradizione anche dopo il passaggio all’era delle vetture elettriche (la ID costerà come una Golf diesel). Per renderlo possibile, investirà 11 miliardi di euro entro il 2023 per il futuro dell’azienda, di cui 9 miliardi destinati alla mobilità elettrica.

Volkswagen, lo ricordiamo, ha intenzione di dare spazio all’interno della propria gamma a 20 modelli completamente elettrici, il primo tra questi ad uscire dalla nuova linea di produzione sarà un SUV, chiamato ID. CROZZ, insieme alla Volkswagen ID, l’auto elettrica che avrà appunto dimensioni, caratteristiche e prezzo paragonabili a una Golf con motorizzazione Diesel e che potremo vedere entro la fine del 2019.

Fotogallery: Volkswagen, lo stabilimento di Chattanooga per le elettriche