Ecco strumentazione, volante e console centrale dell'erede della mitica fuoristrada inglese

La nuova Land Rover Defender è una delle auto più attese del 2019 dagli appassionati di tutto il mondo, siano essi patiti di offroad o meno. Sì perché la sua uscita dal mercato nel 2016 ha lasciato un vuoto anche in chi non ha mai preso in considerazione di acquistarla. Una lacuna che verrà colmata entro quest'anno e, puntuali, cominciano (anzi: sono già cominciate) le prime fughe di notizie e immagini. E' il turno dell'abitacolo.

Dentro è "piatta"

Con piatta, si badi bene, non si intende banale: semplicemente, come potete vedere, il suo spessore è ridotto. Perché? I motivi sono almeno due: il primo è che c'è una storia da rispettare (la Defender è sempre stata così, dentro) e la seconda è che con volumi così ben definiti e un parabrezza tanto verticale (se paragonato con quello dei SUV più sportivi) è "fisiologico" che la plancia sia poco profonda. 

Senza etichette

Come potete notare dalle immagini, in Land Rover probabilmente hanno voluto un po' "giocare": non si spiega altrimenti la scritta "stop" sul pedale del freno e "go" su quello del gas. Non è nemmeno detto che lo schermo del sistema di infotainment avrà esattamente le dimensioni che si vedono qui.

Sulle versioni più ricche, infatti, potrebbe andare oltre la "palpebra" superiore della fascia centrale della plancia, con una soluzione già vista peraltro su molte auto della concorrenza. Altro elemento che si nota al primo colpo d'occhio è l'assenza delle scritte su pulsanti e leve, ovviamente provvisoria.

Fotogallery: Nuova Land Rover Defender 90, le foto spia

Due versioni

Per il resto, dalle foto spia già pubblicate è chiaro che Land Rover stia lavorando a due versioni della macchina: quella a passo corto e a 3 porte, ovvero la 90, e quella a passo lungo a 5 porte, la 110. Quanto al motore, dovrebbe trattarsi del 2.0 4 cilindri turbodiesel, cui dovrebbe successivamente affiancarsi una variante ibrida.