La più veloce MINI a 3 porte con il motore 2.0 turbo da 300 CV arriva nel 2020

Si fa sempre più vicino l’esordio della MINI John Cooper Works GP, la piccola bomba da 300 CV destinata a tenere alto il nome della MINI fra le hot hatch, che di questa categoria è fra le "esponenti" più longeve: la prima John Cooper Works GP risale al 2006 e la seconda è arrivata nel 2012.

Il costruttore inglese ha annunciato infatti che la versione più pepata della MINI a tre porte sarà venduta dal 2020 in 3000 esemplari, 1000 in più delle prime due generazioni, segno che le berlinette dal piglio sportivo non sono una categoria al tramonto, a maggior ragione quando esclusive ed estreme come la GP.

Meno di 8 minuti per un giro al Nurburgring

Ed è proprio la pista l’habitat più congeniale alla nuova John Cooper Works GP, tanto è vero che la MINI ha organizzato un’esibizione lo scorso fine settimana al Nurburgring, dove si è corsa la celebre 24 Ore. Qui la nuova GP ha dato prova di essere all’altezza del circuito, tanto è vero che le bastano meno di 8 minuti per completare un giro, oltre 23 secondi in meno rispetto alla scorsa generazione.

Gran parte del merito va al motore 2.0 turbo da 300 CV, ma l’aerodinamica non gioca un ruolo minore, perché la nuova MINI John Cooper Works GP ha appendici assai pronunciate e un’enorme ala posteriore. L’interno, per risparmiare peso, avrà solo i sedili anteriori.

Fotogallery: Il prototipo della nuova Mini John Cooper Works GP