Basta la domiciliazione, così il prezzo viene ridotto del 15%, e si premiano gli automobilisti che non pagano in ritardo

La domiciliazione delle bollette è da tempo una soluzione adottata da numerosi consumatori, che evitano così di doversi appuntare scadenze per pagamenti di varie bollette, facendo “pescare” direttamente dal conto corrente bancario la cifra esatta. E perché non farlo anche per il bollo auto? Un modo per evitare sanzioni e, se si è residenti i Lombardia, beneficiare di uno sconto sull’importo totale.

Regalo di Natale

La manovra finanziaria appena varata dal Consiglio Regionale ha infatti rinnovato lo sconto sul bollo auto a chiunque deciderà di domiciliarlo, addirittura aumentando la percentuale “tagliata”, passando dal 10% dello scorso anno al 15%. Vale a dire che se l’importo del bollo auto è di 300 euro, scegliendo di pagarlo tramite domiciliazione bancaria ci si vede riconoscere uno sconto di 45 euro, pagando così 255 euro.

Ma come si fa ad ottenere lo sconto sul bollo auto in Lombardia? Prima di tutto bisogna residenti in regione. Se tale requisito è soddisfatto si può inviare il mandato per posta ordinaria a Regione Lombardia entro il 15 del mese precedente alla scadenza, oppure entro la fine del mese precedente se il mandato viene inviato online collegandosi all'Area Personale tributi utilizzando autenticazione SPID, Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi con PIN oppure OTP. Ad esempio quindi per la scadenza del 31 gennaio, c’è tempo fino al 31 dicembre se la richiesta vien fatta online.

Bollo auto, cos’è e come si paga

Da più parti criticato e odiato (con i politici che ciclicamente promettono di abolirlo, un po’ come succede con le accise sui carburanti) è una tassa sul possesso di un veicolo che quindi deve essere pagata anche se il mezzo in questione non viene utilizzato.

La domiciliazione è possibile unicamente se si risiede in Lombardia, mentre per tutti gli altri (cittadini lombardi inclusi) si può pagare in differenti modi, sia online (sito dell’ACI, sito delle poste o dell’agenzia delle entrate, sito della regione di appartenenza, home banking o tramite app come Satispay) o in luoghi fisici come ricevitorie, sedi ACI, sportelli bancari o agenzie pratiche auto.