Dietro c'è lo stato turco, ad appoggiare economicamente l'operazione nata da una joint venture di 5 aziende

Se ne era parlato un paio di anni fa e da lì i radar non avevano segnalato grandi novità. Ma tutto procedeva regolarmente ed ecco qua, al 27 dicembre 2019, a parlare della TOGG, neonata Casa automobilistica turca che proprio oggi ha svelato il proprio primo modello: naturalmente un SUV, naturalmente elettrico.

Fotogallery: TOGG, l'auto elettrica secondo i turchi

Elettrica di stato

Nata da un consorzio di 5 aziende turche (Anadolu Group, BMC, Kiraca Holding, l’operatore telefonico Turkcell e Zorlu Holding) sostenuto direttamente dallo Stato turco, la TOGG ha un piano industriale importante, con l’obiettivo di lanciare 5 auto elettriche nel corso del prossimo decennio. Non male per chi deve partire da zero. Inizialmente ci saranno un SUV compatto, una station mentre successivamente arriveranno una compatta, un SUV piccolo e un minivan.

Un piano tenuto a battesimo direttamente da Recep Tayyip Erdogan, presidente della Turchia, il quale ha annunciato che il nuovo stabilimento avrà una superficie di 1 milione di metri quadrati e sorgerà nei pressi della città portuale di Gemlik. Posizione strategica per esportare le auto della TOGG in tutto il mondo, con un piano che prevede di raggiungere i mercati principali entro il 2022, stesso anno in cui il Governo turco prevede di terminare l’installazione di una struttura di ricarica per le auto elettriche nel paese.

Elettriche e intelligenti

Durante la presentazione non si è parlato nello specifico del modello che vedete in foto (molto simile alla K550 firmata Pininfarina e presentata 2 anni fa) del quale non si conosce nemmeno il nome, ma più in generale del piano della TOGG e delle tecnologie che verranno messe in campo.

Prima di tutto le potenze, che andranno da un minimo di 200 a un massimo di 400 CV, con autonomia che sull’ammiraglia (la versione di serie del SUV visto oggi) toccherà i 500 km. Delle batterie non si sa praticamente nulla, tranne che potranno fare il “pieno” in 30 minuti tramite una presa di ricarica rapida. Alta autonomia accompagnata da tanta tecnologia, con guida autonoma di Livello 3 e sistema di infotainment con aggiornamenti over the air. Esattamente come sulle Tesla.