La Born verrà svelata a inizio maggio, ma prima fa i test a -30° C

Una delle condizioni climatiche più sfavorevoli al funzionamento e all'autonomia delle auto elettriche è quella delle temperature più basse, quel freddo che mette a dura prova i sistemi di climatizzazione dell'abitacolo e delle batterie.

Per farsi trovare pronta anche a queste situazioni critiche di un'aria gelida a -30° C, la Cupra Born sta macinando gli ultimi test invernali vicino al Circolo Polare Artico, in modo che la compatta elettrica di serie sia testata in ogni aspetto alla data del suo debutto fissato per inizio maggio 2021.

30.000 km al freddo, di giorno e di notte

Alla Cupra Born, l'elettrica su piattafroma MEB che fa debuttare il marchio sportivo spagnolo nel settore delle auto a zero emissioni, sono riservati i 6 chilometri quadrati del circuito di prova ghiacciato che da ormai due anni sono il palcoscenico di oltre 1.000 prove effettuate da ingegneri e collaudatori a temperature bassissime.

Cupra Born, i test invernali a -30° C

Uno di questi test molto impegnativi è quello di "durabilità" che consiste nel percorrere con i prototipi della Cupra Born 30.000 km, di giorno e di notte. A questo si aggiunge una serie di prove sul controllo dinamico dell'assetto (DCC), sulle diverse opzioni di regolazione degli ammortizzatori e sulla frenata che vengono testate sul circuito ghiacciato e su piste con superfici miste di ghiaccio, neve e asfalto.

Sportività e comfort in tutte le condizioni

Oltre alla tenuta di strada, l'equilibrio di guida e la precisione di frenata sui percorsi più difficili, i tecnici Cupra valutano la sportività dell'elettrica Born che deve essere all'altezza del giovane marchio iberico.

Cupra Born, i test invernali a -30° C

Allo stesso modo viene messo a punto il sistema di climatizzazione di bordo della Cupra Born che deve portare riscaldamento istantaneo nell'abitacolo anche a -30° C, senza però incidere troppo sull'autonomia dell'auto elettrica.

204 CV per cominciare

Anche se al momento mancano conferme ufficiali, è probabile che la Cupra Born, oltre a riprendere molto dello stile della concept Cupra el-Born come confermato dalle nuove foto dei muletti camuffati, possa utilizzare una batteria da 77 kW di capacità effettiva che alimenta un motore elettrico da 204 CV.

L'autonomia dovrebbe essere superiore ai 400 Km, mentre in un secondo tempo potrebbe debuttare la versione bimotore a trazione integrale con circa 300 CV.

Fotogallery: Cupra Born, i test invernali a -30° C