Jaguar, Volvo, Ford, Bentley, Fiat e altri marchi hanno annunciato l'intenzione di passare gradualmente a una gamma completamente elettrica nei prossimi anni. Alcuni raggiungeranno questo obiettivo ecologico prima di altri e c'è un altro marchio nella lista che non dobbiamo tralasciare: Lotus.

La Evija (qui tutti i segreti dell'hypercar da 2000 CV che avrà il suono della storica F1 di Jim Clark) è un assaggio di quello che ci aspetta in futuro, ma l'Emira è altrettanto importante, perché fungerà da canto del cigno del motore a benzina. Il debutto mondiale è fissato per il 6 luglio, poi la vedremo a Goodwood per il Festival of Speed.

Cambio automatico

Dopo il teaser visto alla fine di aprile, il marchio ci mostra la metà superiore del volante sportivo avvolto in Alcantara con accenti gialli per le cuciture. Nella penombra si intravede il logo Lotus leggermente aggiornato come abbiamo visto sulla Evija, ma ad attirare di più la nostra attenzione sono le leve del cambio dietro al volante. Eh sì, l'Emira sarà disponibile con cambio automatico, anche se speriamo che ci sia ancora un cambio manuale con pedale della frizione.

 

Il video è brevissimo e in quei pochi secondi si vede che il quadro strumenti è completamente digitale. Uno degli schermi selezionabili mette un misuratore G al centro, mentre gli altri due sono riservati alle modalità "Tour" e "Sport". Attivando quest'ultima opzione la linea rossa aumenta leggermente fino a 7.000 giri/min.

Gli investimenti per il futuro

Ad accompagnare il nuovo teaser c'è la recente notizia dell'ingresso della Emira in pre-produzione in patria a Hethel a seguito di un investimento del valore di oltre 100 milioni di sterline. Il marchio di proprietà di Geely sta assumendo più di 200 persone per preparare il lancio dell'"altra vettura sportiva", come la definisce Lotus. Gli altri investimenti sono serviti ad ottimizzare il circuito prove Lotus, qui tutti i dettagli.

Fotogallery: Lotus Emira, le immagini teaser