La corsa verso la neutralità carbonica delle Case automobilistiche non passa soltanto dalla progettazione e commercializzazione di auto elettriche. La strategia con cui si vuole affrontare il cambiamento climatico interessa tutti gli ambiti in cui un costruttore opera, dai processi produttivi alla filiera.

In questo senso, Skoda è impegnata da 10 anni nel raggiungimento di obiettivi legati alla sostenibilità sempre più ambiziosi. Lo fa con il programma GreenFuture, che è stato lanciato nel 2013 e che è stato progressivamente ampliato e perfezionato.

Un percorso condiviso con i fornitori

Il piano GreenFuture è entrato a pieno titolo nel programma Next Level – Skoda Strategy 2030, anch’esso basato su una serie di attività legate alla lotta al cambiamento climatico. “Quando si tratta di sostenibilità – ha spiegato Andreas Dick, membro del board della Casa – siamo sempre all’avanguardia. Il nostro programma GreenFuture testimonia il nostro impegno. La sostenibilità è uno dei nostri valori fondamentali ed è saldamente ancorata nella nostra strategia aziendale”.

Skoda Enyaq iV RS

Una Skoda Enyaq iV RS, versione sportiva del SUV elettrico della Casa

Dick ha anche affermato che la Casa sta lavorando per compiere azioni ad ampio spettro non solo a livello di stabilimenti produttivi ma su tutta la catena del valore, lavorando fianco a fianco con la rete di partner e fornitori, in modo che anch’essi possano contribuire alla riduzione delle emissioni.

carbon-zero Vedi tutte le notizie su Carbon Zero

I tre pilastri di GreenFuture

Quando Skoda ha dato avvio al piano GreenFuture, ha stabilito tre pilastri su cui poggiare la propria strategia: GreenProduct, GreenFactory e GreenRetail. Si concentrano rispettivamente sullo sviluppo di veicoli, di metodi produttivi e di una rete vendita e assistenza a basso impatto ambientale.

Tra le varie iniziative messe in campo per dare seguito concreto al programma c’è – oltre alla messa in vendita del SUV elettrico Enyaq, arrivato nel 2020 – la trasformazione dello stabilimento di Vrchlabi in una fabbrica con produzione a zero emissioni. Skoda.

Dal 2007 a oggi, la Casa ha anche piantato 1,24 milioni di alberi e ha organizzato corsi di formazione e incontri per diffondere tra i dipendenti la cultura della sostenibilità.

In questo percorso, Skoda si è posta come obiettivo ultimo quello di diventare totalmente carbon neutral entro il 2050. Lo farà, tra le altre cose, incrementando l’uso di materiali riciclati per la costruzione dei propri veicoli, adottando nuovi metodi produttivi e accelerando sui processi di economia circolare per il recupero e il riciclo delle batterie.

Fotogallery: Skoda Vision 7S