Opel Karl, col GPL è ancora più furba

A un anno esatto dal lancio sul mercato la piccola Opel Karl torna a far parlare di sé con l'arrivo della versione bi-fuel a GPL che promette di dimezzare i costi del carburante rispetto al modello a benzina e di essere guidata anche nei giorni di blocco del traffico. La nuova Opel Karl GPL Tech mantiene le sue misure compatte da cittadina lunga 3,68 metri con 5 porte e ha in più un doppio serbatoio in grado di garantire un'autonomia di oltre 1.000 km. La potenza del 3 cilindri 1.0 a benzina scende da 75 CV a 73 CV nell'uso a GPL, ma come vedrete da questa prima prova il piacere di guida non ne risente e il portafogli ringrazia.


Com'è


La Opel Karl ormai la conosciamo, è la city car del marchio tedesco prodotta in Corea del Sud che rappresenta il lato razionale della gamma, quello dedicato a chi bada al sodo e al famoso "value for money", ovvero alla convenienza in rapporto al prezzo, alle dotazioni e ai consumi. In questo l'inedita Karl GPL Tech che è appena entrata a listino propone la soluzione della motorizzazione bi-fuel, interessante soprattutto per chi in un anno percorre fra i 10.000 e i 15.000 km. Esternamente non ci sono differenze rispetto alla Karl a benzina e solo sollevando il tappetino in fondo al bagagliaio si nota il serbatoio toroidale da 31 litri (20 litri effettivi) che non ruba spazio al bagagliaio già all'origine non troppo grande, soprattutto in lunghezza. Lo stile è quello compatto e piacevole di tutte le K...