Seat Alhambra, novità "nascoste" da scoprire su strada

Sono anni difficili, questi, per le monovolume, in particolare se di grandi dimensioni: messe in ombra dalle sempre più numerose SUV e Crossover, soffrono anche la crescita dimensionale delle MPV medie, che ormai offrono sette posti veri, con il vantaggio però di una carrozzeria più compatta e prezzi di listino più accessibili. Tuttavia, se la famiglia è numerosa e oltre alle persone bisogna caricare anche molte valigie, la scelta è obbligata: questa tipologia di vetture è imbattibile per disponibilità di spazio e flessibilità dei sedili. Basti pensare, per esempio, che anche con sette sedili in posizione, la Seat Alhambra offre un vano di carico vero, pari cioè a 300 litri. Alhambra che è stata leggermente rivista nel look e in modo un po' più sostanziale sottopelle, proprio come avvenuto di recente con la Ibiza. La vettura è già ordinabile, ma sarà in consegna a partire da settembre. Nella gamma c'è un solo motore, il turbodiesel 2.0 in tre livelli di potenza: 115, 150 (anche 4x4) e 184 CV.


Luci e mascherina ridisegnati


Come detto, le differenze estetiche sono minime e le nota solo un occhio attento. Nel dettaglio, sono stati rivisti i fari anteriori, la mascherina e il look dei cerchi in lega. Un po' più evidenti i ritocchi apportati ai fari posteriori; inedite alcune tinte per la carrozzeria.


Mirror Link e app studiate con Samsung


L'attenzione che Seat pone a...