Nuova Audi S4: sportività da viaggio, comfort inaspettato

Rigore sportivo, assetto benevolo, razionalità teutonica ed una velocità gestibile, lineare e contagiosa. Senza gli eccessi della RS che verrà. Proposta in due versioni - berlina e Avant - la Audi S4 ha una silhouette atletica, una qualità degli interni inattaccabile ed è particolarmente adatta alle lunghe percorrenze. Territorio ideale? Le autobahn tedesche. Ma in caso di curve e tornanti in sequenza, fino all’ottanta per cento della coppia può essere spedito al retrotreno riducendo – in parte – l’effetto binario della trazione integrale.


Com’è


I riferimenti a tutto ciò che è "schnell" (veloce) sono in ogni dove; paraurti specifici, superfici lucide alternate a sfumature grigie come mascara attorno ai cristalli, pinze dei freni verniciate, quattro terminali di scarico cromati, assetto ribassato di 23mm e abiti speciali Rosso Misano e Blu Navarra. Se la carrozzeria scultorea le dona una presenza dinamica e compiuta, la cura dei particolari nell’abitacolo è forse l’aspetto che mi è piaciuto di più; bocchette di aerazione a linea continua, inserti in alluminio spazzolato, ergonomie ineccepibili, virtual cockpit di serie, pedaliera sportiva e ricercate trame geometriche nei confortevoli sedili S-Line. Le dimensioni sono analoghe a quelle della A4 (4745cm di lunghezza per 1842cm di larghezza) e così per le capacità di carico che sulla Avant pas...