Nuova BMW X1, la piccola che vuole essere grande

La BMW X1 è cambiata davvero diventando un po' più SUV - o meglio SAV come la chiamano a Monaco di Baviera - e per averne la conferma basta osservarla da fuori, ma soprattutto guidarla in anteprima per capire che la serie precedente con architettura a trazione posteriore è ormai un capitolo archiviato. La più piccola della famiglia X si rinnova completamente adottando il motore trasversale e la trazione anteriore o integrale e vale la pena metterla alla prova su strada e saggiarne lo spazio a bordo che è aumentato sensibilmente.


Non chiamatela SUV


Il SAV (Sport Activity Vehicle) made in Monaco a primo sguardo sembra ingrandito rispetto alla precedente versione, ma sulla carta si è addirittura accorciato (4.439 mm contro 4.442 della prima X1); quello che è cambiato, a livello di dimensioni, è l'altezza aumentata di 5,3 cm e il passo allungato (2.670 mm). Tutto questo significa migliore abitabilità interna, perché il volume allungando il passo, è cresciuto anche lo spazio fra le due file di sedili. Salito a bordo, in effetti, quello che mi ha colpito è l'abitabilità che fa credere di essere a bordo di una vettura di ben altre dimensioni. I materiali utilizzati per l'abitacolo sono sempre al top, come ci si aspetta da un'auto premium e ho apprezzato anche la semplicità e la pulizia della plancia, sulla quale sono presenti pochissimi bottoni e il monitor dell'iDrive da 6,5'' che si usa...