Citroen Spacetourer: XS, M o XL, ma sempre comoda

Le auto non sono più spaziose come una volta. Vero, in generale è così; ma anche i furgoni - come la maggior parte delle persone chiama i veicoli commerciali - non sono più come una volta. In che senso? Be', sono più piacevoli da guidare, più curati negli interni e più comodi e spaziosi di qualsiasi altro SUV, crossover o monovolume paragonabile come dimensioni esterne. Anche quando quest'ultime non sono esagerate: è il caso del Citroen Spacetourer che ho guidato per qualche decina di chilometri nei dintorni di Cervia.


Com'è


Di sicuro le forme e le proporzioni di un'auto così non si possono "inventare" più di tanto, ma nella sua razionalità la carrozzeria del Citroen Spacetourer è stata raccordata con attenzione. Non dà insomma l'idea di essere troppo squadrata. Tanto per capirci, già dall'estetica s'intuisce che nel mirino di quest’auto francese ci sono due modelli molto apprezzati nella categoria: il Volkswagen Multivan e il Mercedes Classe V, che nella testa della maggior parte delle persone sono pulmini o furgoni solo di nome, perché (per esigenze di lavoro o per il tempo libero) o sono simpatici o fanno status. Il Citroen Spacetourer è stato disegnato quindi con attenzione per dettagli come gli accoppiamenti tra vetri e lamierati, la sagoma del lunotto o l'andamento del cofano motore. Il frontale, poi, dà un'idea di levigatezza e il posteriore...