Le C4 Picasso e Grand C4 Picasso perdono il cognome del pittore ed entrano a far parte di un'altra famiglia

Da quest’anno in poi tutte le monovolume ed i furgoncini della Citroen entreranno a far parte della “famiglia” SpaceTourer, una gamma che il costruttore francese vuole allestire per identificare meglio e più chiaramente i modelli da famiglia con un grande portabagagli. La Citroen ha annunciato ieri questa novità e ne parlerà nel dettaglio al Salone di Ginevra 2018, dall’8 al 18 marzo, quando mostrerà i primi effetti concreti della strategia: le monovolume C4 Picasso e Grand C4 Picasso diventeranno C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer. Resta da capire perché la nuova Berlingo non si chiami anch'essa SpaceTourer.


Un nome per tutte


Insieme alle C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer fa parte della nuova famiglia anche la SpaceTourer, il furgoncino per il trasporto passeggeri (si possono avere fino a 8 sedili) basato sul veicolo commerciale SpaceTourer Business. Sulle C4 dovrebbe cambiare soltanto la scritta sul portellone. Per dare più risalto a questa novità verranno mostrate due serie speciali realizzate insieme alla Rip Curl, un’azienda australiana di articoli per il surf che da anni realizza versioni preparate insieme alla Citroen: una proposta di stile basata sulla SpaceTourer risale infatti a settembre 2017.


A Ginevra arrivano le Rip Curl


Il costruttore francese ha anticipato che le C4 SpaceTourer Rip Curl avranno ruote in lega da 17”, una decorazione specifica sulle portiere anteriore, una cromatura sulla fiancata e particolari della carrozzeria neri, a partire dagli specchietti fino alle maniglie. Dentro ci sono tessuti di rivestimento dai colori più caldi e tappetini più robusti. Le informazioni disponibili sulla SpaceTourer Rip Curl sono al momento minori: la Citroen si è lasciata soltanto sfuggire che avrà le quattro ruote motrici e il motore diesel 2.0 da 150 CV.

Citroen, SpaceTourer è il nome per monovolume e furgoncini