Ecco il link per scaricarla. Si deve specificare la regione in cui ci si sta spostando e aumentano le multe applicabili

Come anticipato dal Capo della Polizia Franco Gabrielli, nella giornata di oggi - 26 marzo - è stato rilasciato un modello di autocertificazione ulteriormente aggiornato. Siamo già alla quarta versione da quando è stata dichiarata l'emergenza Coronavirus e le modifiche recepiscono le novità introdotte dall’ultimo Decreto del Governo per quel che riguarda, in particolare, il regime sanzionatorio.

Cosa cambia

Il nuovo modulo che è possibile scaricare cliccando qui, oltre ad attestare i comprovati motivi che sono sempre gli tessi, cambia in due punti: spariscono i riferimenti all'articolo 650 del Codice Penale tale per cui in caso di violazione attestata dalle Forze dell'Ordine, non scatta più la denuncia ma si è costretti a pagare la multa che dopo il Decreto del 25 marzo, può arrivare fino a 4 mila euro se si è alla guida di un veicolo (3 mila circolando a piedi).

L’altra novità è che da adesso bisogna anche specificare i dettagli del proprio spostamento, e in particolare dove si è partiti e dove si sta andando. Tutte le altre voci rimangono invariate.

Come scaricare l'autocertificazione

È possibile scaricare il documento in formato .PDF dal sito Ministero dell'Interno a questo link. È editabile quindi, cliccando sulle parti evidenziate, si possono inserire i propri dati prima di scaricare e stampare la certificazione.

Raccomandiamo come sempre di non utilizzare moduli digitali da compilare online o via app perchè non esistono servizi autorizzati dal Ministero dell’Interno e potrebbe raccogliere in modo illecito dati personali violando la vostra privacy.

A che cosa serve l'autocertificazione?

Il modulo di autocertificazione deve essere sottoscritto e mostrato alle Forze dell'Ordine in caso di controllo e serve ad attestare che ci si sta muovendo per comprovati motivi lavorativi, di salute o per altre necessità primarie (fare la spesa, andare in farmacia, etc). Attenzione: non è più consentito spostarsi solamente per far ritorno alla propria residenza o domicilio.

Ricordiamo infine che non è indispensabile portare con sé una copia stampata dell'autocertificazione: gli agenti vi forniranno un modello da compilare sul posto, ma ovviamente perderete più tempo e contribuirete a creare una coda ai posti di blocco. Per questo prestampare è sempre consigliato!

Nascondi il comunicato stampaMostra il comunicato stampa

AUTODICHIARAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 D.P.R. N. 445/2000

Il sottoscritto _________________________________________________________________, nato il ___.___.______ a ______________________________________________________ (___), residente in ____________________ (___), via ________________________________________, e domiciliato in ____________________ (___), via _____________________________________, identificato a mezzo __________________________________ nr. __________________________ rilasciato da __________________________________________________ in data ___.___.______ utenza telefonica ____________________, consapevole delle conseguenze penali previste in caso di dichiarazioni mendaci a pubblico ufficiale (art. 495 c.p.)


DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ

di non essere sottoposto alla misura della quarantena ovvero di non essere risultato
positivo al COVID-19 (fatti salvi gli spostamenti disposti dalle Autorità sanitarie); ➢ che lo spostamento è iniziato da _________________________________________________ (indicare l’indirizzo da cui è iniziato) con destinazione _______________________________;

di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna ed adottate ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, concernenti le limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale;

di essere a conoscenza delle ulteriori limitazioni disposte con provvedimenti del Presidente della Regione ____________________ (indicare la Regione di partenza) e del Presidente della Regione ____________________ (indicare la Regione di arrivo) e che lo spostamento rientra in uno dei casi consentiti dai medesimi provvedimenti _____________ __________________________________________________ (indicare quale);

di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19;

che lo spostamento è determinato da:

o comprovate esigenze lavorative;

o assoluta urgenza (“per trasferimenti in comune diverso”, come previsto dall’art. 1, comma 1, lettera b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020);

o situazione di necessità (per spostamenti all’interno dello stesso comune o che rivestono carattere di quotidianità o che, comunque, siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere);

o motivi di salute.


A questo riguardo, dichiara che ___________________________________________
__________________________________________________

(lavoro presso …, devo effettuare una visita medica, urgente assistenza a congiunti o a persone con disabilità, o esecuzioni di interventi assistenziali in favore di persone in grave stato di necessità, obblighi di affidamento di minori, denunce di reati, rientro dall’estero, altri motivi particolari, etc….).

__________________________

Data, ora e luogo del controllo

_____________________________
Firma del dichiarante L’Operatore di Polizia