Documenti, pratiche e costi, tutto quello che bisogna sapere per il conseguimento fai da te della patente B

La patente è sicuramente uno dei documenti più importanti nella vita di tutti i giorni. Questa piccola tessera rosa, infatti, attesta la nostra idoneità nel guidare una categoria di veicoli in base al tipo di esame sostenuto.

Concentrandosi sulla patente di categoria B che permette di guidare le automobili e i veicoli con massa inferiore alle 3,5 tonnellate, il costo finale, affidandosi completamente ad una scuola guida, si aggira in media sui 1.200 euro. Una cifra molto elevata che può scendere a 450-550 euro se si decide di affrontare tutto l’iter da privatista.

I primi documenti e relativi costi

Innanzitutto è giusto sapere che chi decide di sostenere l’esame da privatista dovrà occuparsi da solo di tutte quelle pratiche burocratiche che solitamente una scuola guida sbrigherebbe per lui. Il primo passo è quello di recarsi alla motorizzazione civile per presentare la domanda di iscrizione all’esame per il conseguimento della patente B.

Iscrizione, cosa occorre:

  • Modulo TT2112, scaricabile da qui o disponibile direttamente presso gli uffici della motorizzazione, da compilare inserendo i dati personali ma anche quelli del veicolo che si utilizzerà per l’esame di guida
  • 3 foto tessere recenti
  • Documento d’identità valido
  • Codice fiscale
  • Certificato medico con marca da bollo da 16,00 euro, non più vecchio di 3 mesi al momento dell’iscrizione
  • Ricevuta del pagamento di un bollettino su c/c 9001 da 26,40 euro
  • Ricevuta del pagamento di un bollettino su c/c 4028 da 16,00 euro

Dopo aver effettuato la domanda, si può procedere all’iscrizione all’esame di teoria entro i successivi 6 mesi.

Esame di guida

Come per l’esame presso l’autoscuola, una volta che si supera l’esame di teoria, la motorizzazione civile provvede a fornire al futuro automobilista il foglio rosa che ha una scadenza di 6 mesi salvo proroghe particolari e che permette di guidare accompagnati da coloro che, con meno di 65 anni, sono in possesso della patente da più di 10 anni.

A questo punto ci si potrà recare di nuovo in motorizzazione per prenotare l’esame finale di guida. In questo caso sono necessari i seguenti documenti:

  • Ricevuta del pagamento di un bollettino su c/c 4028 da 16,00 euro
  • Attestato di frequenza di 6 ore di esercitazioni obbligatorie

Quest’ultimo dimostra che chi vuole effettuare l’esame di guida finale abbia effettuato almeno 6 ore di guida con un istruttore professionista e abilitato alla guida nelle ore notturne, in autostrada e nelle strade extraurbane.

I costi

Qui di seguito i costi relativi al conseguimento della patente B da privatista, considerando un prezzo medio per quanto riguarda le 6 ore di esercitazioni obbligatorie con un istruttore professionista e per il certificato medico.

Iscrizione bollettino prestampato c/c 9001 26,40 euro
Iscrizione esame teoria bollettino prestampato c/c 4028 16,00 euro
3 foto in formato tessera 10,00 euro
Certificato medico  40,00 euro
Marca da bollo per certificato medico 16,00 euro
Materiale di studio per esame di teoria 15,00 euro
Esame guida bollettino prestampato c/c 4028 16,00 euro
6 ore di esercitazione obbligatorie 300,00 euro (circa)
Totale 435,00 euro

Cosa conviene?

È difficile dire se è meglio conseguire la patente di guida da privatista o presso una scuola guida. Tutto dipende da che cosa si considera più importante. Sicuramente la differenza principale sta nel costo nettamente inferiore che deve affrontare chi decide di aggiustarsi nello sbrigare le pratiche burocratiche.

È anche vero che in questo caso bisogna avere tempo da dedicare alle interminabili file in motorizzazione, soprattutto in un periodo come questo.