La media a trazione posteriore e integrale avrà un inedito pianale Maserati e motori Ferrari

La nuova Alfa Romeo Giulia, se questo sarà davvero il suo nome, è ancora in fase di sviluppo e il pianale che le farà da base viene indicato internamente come piattaforma “Giorgio”. La curiosa anticipazione, fornita da fonti interne ad Automotive News Europe, indica che il nuovo pianale denominato in codice “Giorgio” sarà destinato alle vetture medie del gruppo Fiat con trazione posteriore e integrale. Un piccolo gruppo di ingegneri starebbe sviluppando la nuova Alfa Romeo Giulia negli stabilimenti Maserati di Modena, sotto la guida di Philippe Krief e la supervisione di Harald Wester. Tutto questo lascia presagire che la nuova Alfa Romeo Giulia, erede dell’Alfa 159, nascerà su un’architettura decisamente sportiva con forti influenze dalla Maserati Ghibli. BMW Serie 3 e Mercedes Classe C sono quindi avvertite...

La stessa architettura “Giorgio” dell’Alfa Romeo Giulia servirà con ogni probabilità anche ad altre berline e sportive di segmento D del gruppo torinese, compresi alcuni futuri modelli Chrysler, Dodge ed SRT. La nascita della nuova Alfa Romeo Giulia, anticipata da OmniAuto.it anche con alcuni rendering, segnerà anche il rilancio dello stabilimento di Cassino, dove la berlina e la station wagon a trazione posteriore (e integrale) sarà prodotta accanto alla nuova Giulietta e alle sue varianti. A livello di motori la nuova Alfa Romeo Giulia potrà disporre di unità sviluppate da Ferrari, compreso il 1.6 V6 Turbo della F14 T con tecnologia ibrida ERS. Il 2015 sarà l’anno del debutto per la nuova Alfa Romeo Giulia, ma la conferma ufficiale arriverà solo nel prossimo mese di maggio, quando Marchionne svelerà il nuovo piano industriale.

P.S.
Con una personale interpretazione del nome “Giorgio” voglio immaginare che la Casa del Biscione abbia voluto usare questo codice di lavoro per omaggiare la figura del campione del passato Tazio Giorgio Nuvolari, che con le Alfa Romeo ottenne alcune delle sue più belle vittorie.

Alfa Romeo Giulia, cominciamo ad immaginarla

Foto di: Giuliano Daniele