David Obendorfer rivisita lo storico camioncino e Caselani lo realizza su base Jumper. Ecco come è nato

Il passato ritorna, ma rivisto in chiave moderna. Un'idea utilizzata spesso per le celebrazioni di anniversari, sopratutto nel mondo auto. Così, altrettanto spesso, si praparano rendering o modelli per capire se e come potrebbe essere oggi un veicolo del passato. Mai, però fino ad ora questo passato è stato fatto letteralmente rivivere. Parliamo del progetto Citroen Type H 70th Anniversary, nato, come dice il nome stesso, per celebrare i 70 anni dell'iconico furgoncino del Double Chevron presentato nel 1947 e commercializzato nel '48 le cui linee ancora destano la curiosità e l'ammirazione degli amanti del veicoli storici.


Facciamolo "vero"


L'idea di celebrare l'anniversario con un modello reale e funzionante è venuta a Fabrizio Caselani, imprenditore specializzato nella realizzazioni di parti in vetroresina per barche che ha contattato David Obendorfer, noto al mondo dell'auto per le sue reinterpretazioni, tra le altre, di auto iconiche come la BMW E9, la Fiat 600 e le celebri Fiat 127 e Abarth 127 di cui ha scritto anche OmniAuto.it. "Mi ha contattato Fabrizio per propormi il progetto – ci racconta David – all'inizio ero un po' restio poiché trattandosi di lavorare su volumetrie già stabilite pensavo di trovare trovato vincoli e ostacoli, ma alla fine lo abbiamo realizzato ed è venuto, a a me sembra, molto bene".


La base è il nuovo Jumper


Il Citroën Type H 70th Anniversary, dunque, è a tutti gli effetti un furgone funzionante. La base è il moderno Citroen Jumper su cui sono applicati i pannelli disegnati da David. Il muso viene completamente sostituito mentre il resto della carrozzeria viene ricoperto. Trattandosi di elementi in vetroresina il peso rimane comunque molto contenuto. Il veicolo verrà realizzato in settanta esemplari fra cui versioni vetrate, 4x4, camper e food truck, tutte disegnate da David Obendorfer. "i primi a essere costruiti saranno il furgone standard e il modello vetrato – continua David – poi in funzione della disponibilità delle basi arriveranno il 4x4 egli altri. Il food truck sarà sicuramente quello più semplice da allestire e che costerà meno visto che le parti di carrozzeria da sostituire si limitano al muso e ad altri pochi elementi".


Retrò è bello e funzionale


Quella per i rendering, anzi per le vere e proprie riprogettazioni in stile retrò (vedete la definizione che Davide che dà di questo termine nsul suo sito) delle auto per David un vera passione. Nella vita lui lavora sì come designer, ma di barche. "Possiamo dire che quello pe rl'auto è una passione, mi piacicono le macchine, ma sopratutto vedo che in questo momento il loro mondo stia vivendo un fase di trasformazione e credo che ci sia spazio pe riprporre in chiave moderna alcune linee e concetti che in passato si sono rivelati vincenti, almeno dal punti di vista del design".


In arrivo nuove sorprese


I modelli di David, oltre a catturare l'attenzione per i soggetti scelti, sono anche molto curati anche nei minimi dettagli. A differenza di altri rendering che, spesso, propongono una o due "viste" esterne, David Obendorfer diffonde disegni anche degli interni oltre a brevi clip. "attualmente per finire un auto ci metto circa un anno, ma questo perché non frattempo mi occupo anche del mio lavoro principale, se dovessi pensare esclusivamente del progetto vettura credo che in uno o due mesi lo concluderiei". I modelli di Davide in rete e sulla stampa specializzata hanno molto successo ma alle Case piacciono? "Fino a ora non ho ricevuto mai nessun commento dalle case che ho citato. Nemmeno un grazie, sembra quasi che il mio stile retrò faccia un po' paura, però non è importante continuo su questa strada che è la mia e poi si vedrà, anzi... qualcosa già si sta vedendo". 



Type H 70th Anniversary Van




David Obendorfer rivisita il Citroen Type H che rivive grazie al kit realizzato da Fabrizio Caselani da applicare alla base Citroen Jumpy

Citroen Type H, così rinasce il mitico furgoncino

Foto di: Francesco Stazi