Aperte le prime due aree di servizio, con l’auspicio che il numero di auto sull’autostrada aumenti

Il 22 febbraio, sono state inaugurate le aree di servizio dell’A35 Brebemi, Adda Sud e Adda Nord, nei pressi di Caravaggio: l’Autostrada Brescia-Bergamo-Milano diviene così in “esercizio completo”, un’arteria strategica. Autogrill, Chef Express, Socogas e Q8 gli investitori. Le due aree si trovano all’altezza di Caravaggio (Bergamo): la prima, Adda Sud, da Milano verso Brescia, ha il ristoro Autogrill, il rifornimento Socogas per il GPL, il rifornimento Q8 per benzina e diesel; la seconda, Adda Nord, direzione Brescia-Milano, è analoga all’altra, ma il ristoro è affidato a Chef Express. E proprio di recente (il 13 novembre scorso), è stata aperta l’interconnessione diretta tra A35 e A4 in area Brescia: Brebemi e Venezia-Torino sono collegate. L’obiettivo è chiaro: aumentare il traffico che a gennaio 2018 segna un +34% su gennaio 2017 e rilanciare la competitività delle zone attraversate e dell’intero Paese, come già sta avvenendo grazie agli investimenti confermati di grandi player quali Amazon, Esselunga, Italtrans e da ultimo MD (promessi migliaia di posti di lavoro in più). Così da essere meno l’autostrada delle polemiche, così detta per via dello scarso traffico iniziale e per i pedaggi piuttosto cari.

Quali numeri

Sulla Brebemi, costata 1,7 miliardi di euro e con Intesa Sanpaolo l’azionista di controllo a quota 56%, “da lunedì a venerdì i transiti sono di 60.000 al giorno - dice il presidente di Brebemi Francesco Bettoni - . Durante il weekend scendono a 15.000 al giorno. Siamo un’autostrada business e quindi durante il weekend ne paghiamo il prezzo, tuttavia abbiamo un’attività di comunicazione e promozione in corso che ci fa ben sperare”. Bettoni mira a raddoppiare il traffico in tre anni, con il target definitivo da centrare per il 2019. L’inizio non è stato eccezionale, ma ci sono le premesse perché il numero di veicoli cresca.

Potenzialità notevoli

Ricordiamo che l’A35 Brebemi, nata in occasione dell’Expo Milano 2015 assieme ad altre arterie, è il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano, la via più veloce e sicura tra le due città. L’infrastruttura, attiva dal 23 luglio 2014, ha un’estensione di 62,1 km a cui sono state aggiunte la stazione di esazione di Castegnato e le rampe di interconnessione con l’autostrada A4. L’autostrada è raggiungibile dalla città di Brescia attraverso l’autostrada A4 (prendendo la rampa di uscita dopo Brescia Ovest in direzione “A35 Milano-Linate”), la Tangenziale Sud di Brescia e la SP19 oppure utilizzando la nuova A21 (Corda Molle). I caselli dell’autostrada sono sei: Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio. Superato l’ultimo casello di Treviglio, ci si immette nell’A58 Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) che consente all’A35 Brebemi di raggiungere la A1 all’altezza di Melegnano, la A4 all’altezza di Agrate, Linate e l’Area Metropolitana di Milano tramite due svincoli: a destra, Pozzuolo Martesana e a sinistra Liscate, che sboccano rispettivamente sulla SP103 Cassanese e sulla SP14 Rivoltana. Insomma, le potenzialità di questa infrastruttura sono notevoli.