Riprende tutte le novità introdotte sulle sorelle maggiori A8 e A7 e arriverà a partire da aprile 2018

Forse i piani di Ingolstadt erano ben diversi e le foto che ieri hanno fatto capolino sul web hanno sparigliato le carte, tant’è che eccoci davanti alle prime foto ufficiali della nuova Audi A6, la berlina media che prende ispirazione dalle novità delle sorelle maggiori A8 e A7 sia per quanto riguarda lo stile sia per quanto riguarda le tecnologie di bordo e di sicurezza. Cresciuta nelle dimensioni (lunghezza di 4,94 metri, larghezza 1,88 e altezza 1,45) la berlina media segue il nuovo corso stilistico di Ingolstadt, fatto di linee tese che le donano un aspetto più sportivo che in passato e aiutano a ridurre il CX fino a 0,24.

Tecnologia da grandi

Dopo A8 e A7 anche la nuova Audi A6 all’interno si riempie di monitor grazie all’adozione del nuovo sistema MMI Touch Response che sfrutta 2 schermi touch (uno a 10,1 e l’altro da 8,6 pollici) al centro della plancia, entrambi con aptici: significa che a ogni pressione viene restituito un feedback tattile e sonoro. La Casa tedesca assicura che così ci si distrae meno e si possono settare numerosi parametri per “cucirsi” addosso l’auto. Grazie al nuovo sistema infatti possono essere memorizzati fino a 7 profili di guida andando a modificare oltre 400 parametri. C’è poi anche la strumentazione 100% con schermo da 12,3 pollici, di serie se si opta per il sistema di navigazione MMI Plus, con mappe online firmate HERE, accompagnato (a richiesta) dall’head-up display a colori. Ci sono poi i servizi di Audi Connect, come ad esempio il protocollo Car-to-X che attualmente è in grado di riconoscere cartelli stradali e pericoli sulla strada grazie alla possibilità di mettersi in contatto con le infrastrutture circostanti. Una tecnologia ancora in fase embrionale ma che un domani farà si che ci possa essere un collegamento diretto auto-auto e auto-infrastutture.

Tra telecamere e laser

Fino a 5 radar, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser: quando è al top della sicurezza la nuova Audi A6 monta tutti questi sistemi che funzionano in armonia grazie al zFAS, un’unità centrale di controllo che elabora tutte le informazioni per avere così un’immagine dettagliata di ciò che succede intorno all’auto. I sistemi di assistenza alla guida che ne derivano sono il cruise control adattivo con sistema di mantenimento della corsia, Park Pilot, Garage Pilot e sistema di assistenza agli incroci. Ci sono poi differenti tipi di proiettori, con al top le luci LED Matrix HD.

Tutti col Mild Hybrid

All’inizio della commercializzazione la nuova Audi A6 sarà disponibile con 1 motore benzina, il V6 3.0 TFSI da 340 CV e 500 Nm, e 3 diesel: il 4 cilindri 2.0 TDI da 204 CV e 400 Nm e il V6 TDI da 231 e 286 CV con 500 e 620 Nm di coppia. Il benzina e il più piccolo dei diesel sono accoppiati al cambio S tronic 7 rapporti mentre i V6 TDI al Tiptronic 8 rapporti mentre su tutti i 3.0 la trazione è integrale, ma con alcune differenze. I diesel infatti sfruttano il differenziale centrale autobloccante mentre il TFSI è abbinato alla trazione quattro ultra che aziona le ruote posteriori solo quando necessario. Come sulle maggiori anche sulla nuova A6 tutte le motorizzazioni sono Mild Hybrid a 48 (per i 6 cilindri) o 12 (per i 4 cilindri) Volt. Per tutte la batteria è agli ioni di litio e il sistema permette di “veleggiare” a velocità comprese tra 55 e 160 km/h.

Nuova Audi A6 2018