Coinvolti quattro stabilimenti francesi per la prossima Zoe e una nuova piattaforma elettrica

Renault spinge l’acceleratore sulla produzione dell’auto elettrica e investe un miliardo di euro nei suoi stabilimenti francesi. Questo significa che nell’ambito dell’alleanza Renault Nissan Mitsubishi il gruppo Renault vuole diventare il polo di eccellenza per l’auto a batteria con una serie di interventi importanti sull’attuale assetto produttivo in Francia. Il tutto rientra in una nuova fase del più grande piano strategico Drive The Future che dovrà portare entro il 2022 ad un margine operativo superiore al 7% e alla presentazione di 8 nuovi modelli elettrici e 12 modelli elettrificati.

Nuova elettrica in arrivo

Gli investimenti da un miliardo di euro sono destinati a quattro siti di produzione di veicoli elettrici in Francia, tutti indirizzati al consolidamento di una leadership europea nel campo della mobilità sostenibile. Nella fabbrica di Douai, non lontano dal confine belga, è prevista l’introduzione di una nuova piattaforma elettrica. Uno stabilimento che per l'Alleanza che rappresenta il secondo sito produttivo di EV Renault. Lo stabilimento di Flins dove già si produce la Renault Zoe raddoppierà la sua capacità produttiva e lancerà la nuova Zoe.

5.000 assunzioni a tempo indeterminato in Francia

Gli altri impianti interessati dai nuovi investimenti sono quelli di Cléon e Maubeuge. Nel primo è prevista addirittura la triplicazione della capacità di produzione di motori elettrici e lo realizzazione di un motore elettrico di nuova generazione a partire dal 2021. A Maubeuge dovranno invece nascere le future Renault Kangoo e il commerciale elettrico Kangoo Z.E. In questo piano di sviluppo è inserita anche l’assunzione di 5.000 lavoratori a tempo indeterminato in Francia (entro il 2019) l’assegnazione di 235 milioni di euro alla formazione del personale.

Leggi anche:

Gallery: Renault Zoe MY2018