Le due serie speciali su base 812 Superfast pesano solo 1.500 kg e sono prodotte in 100 esemplari

L’idea dell’auto sportiva più pura ed estrema, senza tetto e con un parabrezza appena accennato, è nata con la Ferrari 166 MM Barchetta del 1948 ed è giusto che la Casa di Maranello torni sul tema con due nuove speciali. Sono le Ferrari Monza SP1 e Monza SP2 che come suggeriscono i nomi sono supercar basse e velocissime che differiscono fra loro per il fatto di essere monoposto o a due posti. Entrambe saranno prodotte in 100 esemplari, già tutti venduti agli impazienti collezionisti del Cavallino Rampante che sembravano non aspettare altro.

Figlie della 812 Superfast

Sotto le linee arrotondate ed essenziali della Ferrari Monza SP1 e della Ferrari Monza SP2 tratteggiate dal Centro Stile Ferrari con una scocca in fibra di carbonio c’è la meccanica a motore anteriore e trazione posteriore della Ferrari 812 Superfast. Spazio quindi al mostruoso 6.5 V12 aspirato che sviluppa 810 CV e 719 Nm e largo ad un abitacolo dedicato sempre e solo alla guida veloce, magari in pista. Sono auto da guidare col casco quindi, stesi e appiattiti nel sedile per farsi tutt’uno con la carenatura roll-bar in stile “Sport” Anni ‘50.

 

Ferrari Monza SP1 e SP2
Ferrari Monza SP1 e SP2

Stile basso e sottile

A distinguere la Ferrari SP1 Monza dalla Ferrari SP2 Monza c’è una speciale copertura dell’abitacolo "tonneau cover" che trasforma la prima in monoposto, mentre la seconda alloggia due sedili a guscio separati al centro da una traversa. Ambedue hanno sottili fari anteriori a LED, una coda arrotondata con luci assottigliate e quattro scarichi integrati nell’estrattore posteriore. Anche gli specchietti esterni sono sagomati per opporre la minima resistenza aerodinamica e le piccole portiere (una sola sulla SP1) si aprono verso l’alto.

Ferrari Monza SP1 e SP2

1.500 kg per oltre 300 km/h

Le prestazioni e i dati tecnici di queste due Ferrari Monza lasciano a bocca aperta. La velocità massima di SP1 e SP2 è fissata in oltre 300 km/h, mentre per accelerare da 0 a 100 km/h bastano appena 2,9 secondi; in 7,9 seconsi si toccano invece i 200 km/h da fermo. Il merito è anche del peso ridotto a 1.500 kg (1.520 kg la SP2) e ad un'altezza rasoterra: 1.155 mm per una larghezza di 1,99 metri e una larghezza di 4,65 metri. Una collaborazione con Loro Piana e Berluti rende disponibile anche un set da pilota composto da tuta indossabile sui vestiti, maglia, casco, guanti, sciarpa e una scarpa da guida. Il gentleman driver è servito!

Leggi anche

Fotogallery: Ferrari Monza SP1 e SP2