La fidelizzazione è anche a emissioni zero

L’elettrico qui da noi si diffonde lentamente, frenato dalle molte preoccupazioni legate ai costi, alla poca autonomia, alla ricarica ancora difficoltosa. Secondo una ricerca dell'information provider britannico IHS Market, pare invece che presso il pubblico americano chi sceglie di fare il passo non se ne penta ma anzi, rimanga fedele all’elettrico anche al momento di cambiare nuovamente vettura.

Soddisfazione in crescita

Questo, almeno confermerebbero i dati del 2018 secondo i quali circa il 55% dei proprietari di auto elettriche che hanno cambiato auto avrebbero confermato la scelta. Si tratta di un piccolo boom arrivato dopo tre mesi in cui la quota dei soddisfati negli Usa si era mantenuta pressoché stabile, con quote del 42-43%, e confermato dai dati di gennaio che vedrebbero la percentuale di pubblico fidelizzato arrivare addirittura al 70%.

Con prospettive di miglioramento che dovrebbero seguire il lancio dei numerosi nuovi modelli attesi nell'immediato futuro.

Niente facili entusiasmi

La stessa IHS Markit è però ben lungi dal pronosticare un’escalation elettrica troppo repentina, anzi, prevede che almeno fino a tutto il 2030 i motori tradizionali continueranno a dominare largamente i mercati mondiali.

Questo nonostante già nel 2020 si attenda un'altra netta crescita delle immatricolazioni, già passate da 100.000 a oltre 200.000 tra il 2017 al 2018, che si stima possa arrivare a quota 350.000 (vale a dire il 2% del mercato) e triplicare entro i cinque anni successivi superando quota un milione.

E in Italia?

Anche da noi i volumi sono in crescita ma a ritmo assai più blando e soprattutto, poco omogeneo: tra  il 2017 e il 2018 le vendite sono aumentate del 150%, passando da poco più di 2.000 a oltre 5.000, ma nei primi mesi dell'anno, complice l'attesa della partenza dei sospirati ecoincentivi, le cifre si sono mantenute poco più che stabili, con un moderato incremento a marzo (621 unità contro le 437 del 2018) e un comprensibile concentrazione nelle grandi città come Roma, Milano e Torino.

Fotogallery: Auto elettrica, la soddisfazione dei clienti USA