Assetto rialzato e gomme da offroad per questa concept basata sulla Huracan Evo. Un..."inconscio" omaggio alle gloriose Gruppo B?

Una Lamborghini Huracan più alta da terra e con protezioni sulla carrozzeria per il fuoristrada leggero? Sembra un paradosso, ma il costruttore del Toro si è lasciato tentare da questa prospettiva e l’ha fatta diventare una proposta di stile.

E’ nata quindi la Huracan Sterrato, una concept car basata sulla Huracán Evo studiata anche per i fondi non asfaltati, grazie alla luce a terra maggiorata di 4,7 cm e al nuovo disegno dei fascioni, meno avvolgenti per non strusciarli quando si affrontano ripide pendenze: l’angolo d’attacco è stato migliorato dell’1%, quello d’uscita del 6,5%.

Lamborghini Huracan Sterrato Concept

I sassi non la spaventano

Non basta però l’assetto rivisto per fare della Huracán Sterrato una piccola fuoristrada. Il prototipo infatti ha carreggiate più larghe di 3 cm, ruote di 20” con pneumatici adatti per il fuoristrada e nuove luci a led sul cofano anteriore e il tetto, dotazioni che insieme alle protezioni anti-sasso per il fondo, il motore e le prese d’aria danno una “faccia” nuova alla Huracán.

Il telaio è stato irrobustito con parti di rinforzo in alluminio, presente anche nelle minigonne, mentre all'interno fanno bella figura una gabbia di sicurezza in titanio e sedili a guscio con cinture di sicurezza a quattro punti di ancoraggio. Non cambia invece il motore, che è lo stesso V10 aspirato di 5.2 litri della Lamborghini Huracán: eroga 640 CV di potenza e 600 Nm di coppia.

Si ispira al passato

Un’auto di questo genere non rappresenta una novità assoluta per Lamborghini, perché negli anni ’70 lo storico collaudatore Bob Wallace aveva modificato le coupé Jarama e Urraco per la guida nel deserto: nel 1973 fu realizzata così la Jarama Rally, mentre l’anno successivo debuttò la Urraco Rally.

Fotogallery: Lamborghini Huracan Sterrato Concept