Razionale la prima, emozionale la seconda: il "duello dei numeri" tra due interpretazioni diverse della stessa auto

Così simili eppure concettualmente così diverse. Difficilmente chi è in procinto di ordinare una T-Roc, uno dei crossover più venduti del suo segmento, potrà cedere alla tentazione di optare per la sua versione Cabriolet appena presentata. Da un lato, infatti, si parla di versatilità e spazio per anche per cinque persone, senza considerare tutti i bagagli, mentre dall’altro è tutta una questione di stile e piacere di stare al volante a cielo aperto.

Eppure la nascita di un SUV "senza tetto" è un evento molto particolare per il mondo dell’automotive visto che, in passato, ci sono stati soltanto altri due casi, cioè la Nissan Murano CrossCabriolet e la Range Rover Evoque Convertible. Per questo motivo, nonostante siano auto concettualmente lontane, abbiamo deciso di vedere meglio quali sono i punti di contatto e le differenze tra la T-Roc e la neonata T-Roc Cabriolet.

Differenti ma senza sorprese

Così come è lecito aspettarsi in qualsiasi "conversione" in Cabriolet, il frontale della T-Roc Cabriolet non ha praticamente subito nessuna modifica rispetto alla versione standard. Restano, insomma, tutti gli stilemi che hanno contribuito a svecchiare in parte l'immagine del brand e a conferire al SUV "di mezzo" (più grande di T-Cross, più piccolo di Tiguan) un look aggressivo, specie con le luci a LED esagonali.

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs Cabriolet

Ecco che arrivano le novità. Nella vista laterale, l’assenza del tetto è solo una delle modifiche. In coda, sulla Cabriolet, c’è un piccolo spoiler, per esempio, e, ancora, la pendenza del parabrezza è inferiore rispetto alla versione chiusa e questo si traduce in una riduzione dell’altezza generale. La T-Roc è alta infatti 1,57 metri contro i 1,52 della Cabriolet. Non cambia invece l’altezza da terra dell’auto o quella della seduta del guidatore. 

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs Cabriolet

Altra differenza sostanziale, la portiera posteriore scompare e per lasciare spazio ad una anteriore più lunga che vuole facilitare l’accesso ai posti dietro. Infine, la lunghezza generale, che si ferma a 4,23 metri sulla T-Roc, sale a 4,27 sulla Cabriolet: +4 cm. E, visto che siamo in tema di numeri, servono 9" per aprire o richiudere la capote anche in movimento, fino a 30 km/h.

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs Cabriolet

Via il portellone ampio, sulla T-Roc Cabriolet si accede al vano bagagli tramite un’apertura poco estesa in altezza che obbliga anche a fare i conti, in fase di carico, con la portiera che resta ad altezza uomo. Passando ai numeri, si parla di 445 litri per la T-Roc "classica" contro i 284 della Cabriolet. Niente paura, comunque: quando si va oltre i semplici trolley o le buste della spesa, si può sempre reclinare il divano posteriore, diviso in due parti uguali, mentre quello della versione tradizionale è in configurazione 40:20:40. Identici, invece, i gruppi ottici.

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs T-Roc Cabriolet

A cielo aperto, in quattro

Schermo touch a centro plancia, clima in basso, fascia colorata in tinta con la carrozzeria e, a seconda delle versioni, l’Active Info Display, cioè la strumentazione digitale made in Wolfsburg. In altre parole, gli abitacoli delle due T-Roc sono identici. O meglio, quasi identici. Date un’occhiata al tunnel centrale, vicino al freno di stazionamento elettrico: è proprio lì che alloggia il comando per l’apertura del tetto.

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs Cabriolet

Operazione che si può fare, comunque, anche con il tasto apposito sul telecomando della chiave. Ultima, ma non certo in ordine di importanza, l'omologazione: se sulla T-Roc standard cinque persone stanno sedute comodamente, sulla Cabriolet sono previsti solo due passeggeri sul divanetto posteriore.

Volkswagen T-Roc vs Cabriolet
Volkswagen T-Roc vs Cabriolet

Stessi motori, ma solo benzina

È troppo presto per parlare di prezzi visto che la T-Roc Cabriolet, che sarà presentata al mondo al prossimo Salone di Francoforte, arriverà nelle concessionarie nella primavera del 2020. C’è comunque da aspettarsi che i listini siano più cari rispetto ai 23.650 euro richiesti per una T-Roc in allestimento Style e ai 28.050 euro per la Advanced.

Gli allestimenti, infatti, sono gli stessi, così come i due motori a benzina offerti: il 1.0 tre cilindri da 115 e il 1.5 da 150 CV, che si può avere anche con l’automatico DSG. Nessun motore diesel, insomma, per la versione aperta, mentre la T-Roc più razionale può contare anche sul 1.6 TDI da 115 CV e sul 2.0 TDI da 150 CV, anche con trazione integrale.

Fotogallery: Volkswagen T-Roc vs T-Roc Cabriolet