Lo dice Akio Toyoda presentando a Tokyo la sportiva elettrica di domani, biposto e divertente al massimo

"La nascita dell’automobile ha tolto dalle strade milioni di cavalli, eppure i cavalli da corsa esistono ancora". Esordisce così Akio Toyoda, presidente di Toyota, nel suo discorso di apertura del Salone di Tokyo 2019 e presentando sul palco la curiosa e futuribile supercar Toyota e-Racer.

Andare a cavallo è ancora un’esperienza irripetibile, grazie alla capacità del quadrupede di comunicare col cavaliere e di evitare in autonomia gli ostacoli; allo stesso modo l’auto sportiva di domani potrà convivere con le auto a guida autonoma, come un purosangue fra tante carrozze.

Fotogallery: Toyota e-Racer

Piacere di guida in un mondo di robot

Questa visione di una mobilità libera ed esaltante come una corsa al galoppo viene condensata in questa Toyota e-Racer, concept del futuro esposta a Tokyo assieme a tanti altri prototipi di micromobilità in una sorta di parco tematico chiamato “Mobility Theme Park”.

Toyota e-Racer

Dati tecnici e prestazioni della e-Racer non sono noti, trattandosi di una show car destinata a incarnare il più puro spirito del piacere di guida, ma non alla produzione.

Biposto in tandem

Quello che emerge con prepotenza è lo stile grintoso e da corsa della Toyota e-Racer, una biposto in tandem elettrica con volante al centro che sfoggia grandi passaruota, cerchi enormi e un unico roll-bar al centro della vettura.

Toyota e-Racer

Mancano le portiere, il tetto e il parabrezza, mentre la strumentazione è sostituita da un piccolo display al centro del volante. Lo stesso quadro strumenti è ripetuto sul roll-bar per poter essere visto anche dal passeggero posteriore che si sistema nel guscio dietro il pilota.

Tuta virtuale e sedile su misura

Il prototipo esposto a Tokyo non è marciante, eppure permette ai visitatori di salire sull’auto e muoversi in un simulatore di guida virtuale dove si sceglie anche il circuito.

Toyota e-Racer

Prima di sedersi sulla Toyota e-Racer è anche possibile farsi realizzare una tuta da corsa, sempre virtuale, creata addosso al fisico di pilota e passeggero. Allo stesso modo i sedili della e-Racer sono dotati di un sistema di configurazione individuale che si adatta alle forme dei passeggeri.