#ChangeYourPerception. Al centro c'è la convinzione dell'azienda di comprendere le esigenze della mobilità futura

Da ormai sette anni, la BMW i3 ricopre il ruolo di ambasciatrice della mobilità elettrica della Caa bavarese, diventando l'auto elettrica più venduta al mondo nel segmento delle compatte premium.

BMW, quindi, decide di innalzare ancora di più l'asticella, portando al CES 2020 la i3 Urban Suite, per rivelare un'esperienza di mobilità interamente adattata alle esigenze individuali del passeggero.

Nuova vita

Per questo obiettivo la Casa bavarese ha prese una BMW i3 standard, per poi trasformarla completamente - con solo il sedile del conducente e il cruscotto lasciati intatti - in modo che i suoi interni ora abbiano l'atmosfera simile a quella di una boutique.

L'obiettivo era quello di creare uno spazio invitante con un atmosfera di benessere in cui trascorrere il tempo. Il luogo perfetto per rilassarsi, insomma, e godersi l'intrattenimento in auto o concentrarsi sul lavoro.

Fotogallery: BWM al CES 2020

Le modifiche

Tra le novità, ci sono un sedile più ampio e confortevole con poggiapiedi, uno schermo che si abbassa dal rivestimento del tetto e una Sound Zone personale. Con questo progetto BMW vuole anche fare un passo avanti nell'impegno relativo alla mobilità sostenibile.

Esempi sono il propulsore a zero emissioni, l'attenta selezione dei materiali e i processi di produzione. I tessuti contenenti materiali riciclati si fondono quindi con legno certificato ed eco-pelle conciata, mentre i tappetini sono realizzati con materiali riciclabili che possono essere reimmessi nel ciclo dei materiali, secondo i principi dell'economia circolare.

Obbiettivi

Questo esperimento servirà per dimostrare chiaramente che i viaggi di lusso in futuro non avranno nulla a che fare con le dimensioni del veicolo. Tra l'altro vi ricordiamo che la BMW i3 Urban Suite è solo uno dei punti salienti dello stand bavarese al CES 2020 di Las Vegas.