La piccola sportiva arrabbiata sarà affiancata da concept elaborate su base Jimny e Hustler.

Con il Salone di Detroit spostato a giugno, il mese di gennaio sarà dedicato al Tokyo Auto Salon 2020, in programma dal 10 gennaio. Sarà il festival delle JDM (japanese domestic market) modificate che saranno esposte a quello che è a tutti gli effetti l'equivalente giapponese del Sema Show di Las Vegas. Suzuki sarà presente per mostrare una versione modificata della Swift Sport, assieme al crossover Hustler e al piccolo fuoristrada Jimny.

Più larga

La Suzuki Swift Sport prenderà il nome di Katana Edition, ispirandosi alla famosa moto "Katana" che tornerà per il 2020 dopo una pausa di 14 anni. La piccola giapponese adotta un kit per l'allargamento delle carreggiate, assieme a uno splitter anteriore molto pronunciato. Sembra anche essere più bassa grazie a una configurazione delle sospensioni rivista e abbinata a nuovi cerchi in lega.

Chicca unica

Forse la caratteristica più sorprendente della Suzuki Swift Sport Katana Edition è rappresentata dal sistema di scarico aggiornato, con tre terminali montati sul lato, proprio davanti alle ruote posteriori. La carrozzeria bi-color è caratterizzata dal tetto e dai gusci degli specchietti laterali neri, mentre i fari e le luci posteriori sembrano avere una finitura brunita per completare l'aspetto più sportivo.

In buona compagnia

Per quanto riguarda gli altri due concept: la Suzuki Jimny adotta un tema di ispirazione nautica e ha un rivestimento speciale realizzato in neoprene. Ha anche un portabagagli montato sul tetto e al suo fianco, al Tokyo Auto Salon 2020, ci sarà la piccola barca S17 (sempre firmata Suzuki).

Per quanto riguarda la Hustler, si basa sulla seconda generazione del piccolo crossover venduto nel mercato interno ed è rifinita con una vernice opaca. Lo stile strizza l'occhio ai clienti più giovani con richiamo al mondo degli sport di strada, come skateboard o BMX.