Abbiamo fatto un po' di calcoli e comparative: ecco quanto bisogna spendere per possedere la giapponesina più "pepata"

Quanto costa emozionarsi alla guida? Lasciamo perdere il capitolo supercar, riservato solo a pochi fortunati. No, anche i "comuni mortali" possono togliersi le loro belle soddisfazioni dietro al volante. Si tratta di fare una scelta furba, che riesca a stare in equilibrio tra razionalità e passione. E per vedere se questo equilibrio esiste, abbiamo preso la nuova Suzuki Swift Sport: compatta ma con 5 porte, si può usare tutti i giorni senza problemi, ma equipaggiata con un 1.4 Turbo Boosterjet da 140 CV. Una "bella cifra" se si considera il peso di 970 kg.

Divertimento formato mignon

Lasciamo da parte i freddi numeri, per un attimo. Come va la Swift Sport? Va molto bene, grazie ad una spinta elastica dai 1.000 ai 6.000 giri che sfrutta bene la rapportatura del cambio a sei marce, solo qualche volta un po’ impacciato ai ritmi più alti. Lo sterzo è a dir poco comunicativo, pesante quanto basta per infilare l’avantreno della Swift che è un piacere anche nelle curve più strette e l’assetto non si scompone mai, anzi è ben tarato per sopportare anche le accelerazioni laterali più decise. Uno sprint, quello della Swift Sport, che diventa contagioso: specie nel traffico, svicolare diventa un’arte. Complice, chiaramente il peso, o meglio il rapporto peso/potenza (circa 7kg/CV), che fa anche sì che i consumi non spaventino: in media, abbiamo fatto i 15 km/l.

Suzuki Swift Sport
Suzuki Swift Sport

È tempo di tirare le somme

Calcolatrice alla mano, è arrivato il momento di capire se la scelta di una piccola sportiva è sostenibile e quanto viene a costare effettivamente. Va detto che i costi possono variare in base a tantissimi fattori, uno su tutti il luogo di residenza che incide su assicurazione, bollo e sconto in concessionaria. Le cifre qui sotto quindi sono da prendere con "le pinze", ma sicuramente utili a farsi un’idea.

  • Prezzo d'acquisto. Il primo anno è il più oneroso perché c’è l’anticipo. Nella nostra indagine, abbiamo sempre ottenuto uno sconto, fino a oltre 2.000 euro, quindi diciamo 18.600 euro. Considerato un anticipo di 3.700 euro e l’estensione della garanzia al quinto anno, la rata mensile, per cinque anni, è di 265 euro.
  • Bollo. Varia di Regione in Regione e una spesa media veritiera è di 295 euro annui.
  • Assicurazione. Può variare per classe di appartenenza, gli anni e il sesso di chi stipula la polizza, il numero di auto in famiglia, cosa si vuole far coprire dalla polizza e altro ancora. Per farci un’idea, abbiamo consultato una grande compagnia e preso il profilo di un trentenne, maschio, che stipula la polizza sfruttando la legge Bersani e quindi la classe del padre, virtuoso da 20 anni: a Milano il prezzo è di circa 1.500 euro, a Roma è di 1.900 euro e a Napoli è di 3.000 euro all’anno.
  • Tagliando. Varia in base alla sede in cui viene fatto, mediamente per una Swift Sport - anche se è appena uscita e molte officine ancora non hanno un listino pronto - si dovrebbe aggirare sui 230 euro, cifra da intendersi per il primo tagliando, quello meno caro.
  • Costi di percorrenza. La media generale di consumo è di circa 15 km a litro. Al momento di questa indagine, il prezzo medio della benzina è di 1,6 euro a litro, quindi considerando il chilometraggio medio annuo degli italiani, che è di 12.000 km, siamo a 1.280 euro all’anno.

Il totale, per i primi 12 mesi, è quindi di circa 10.700 euro, tenute conto di tutte le variazioni di cui abbiamo parlato.
Dal secondo anno e fino al quinto, si parla di una spesa indicativa di 7.000 euro.
Dal sesto anno, finite le rate, il costo totale medio scende a circa 3.700 euro.

Fotogallery: Suzuki Swift Sport, la prova speciale