A meno di un mese dal suo debutto al Salone di Ginevra ecco le prime foto ufficiali della nuova Kia Sorento, la quarta generazione del SUV coreano che cambia profondamente nello stile esterno ed interno, portando al debutto una nuova piattaforma pronta per l’elettrificazione.

Un modello nato grazie alla collaborazione dei centri stile coreano, europeo e statunitense e che diventa più aggressivo rispetto alla generazione precedente, riprendendo alcuni elementi dalla Seltos – non venduta in Europa –  e del quale sapremo di più quando verrà svelato alla kermesse elvetica, in programma dal 5 al 15 marzo.

Ha messo su muscoli

Le leggere rotondità della generazione attuale vengono abbandonate del tutto, a favore di un aspetto più massiccio e squadrato dominato all’anteriore dalla mascherina Tiger Nose molto larga che quasi ingloba in sé i gruppi ottici LED. A LED sono anche e luci posteriori, a sviluppo verticale, con la coda che ricorda quella della Toyota RAV4.

Fotogallery: Kia Sorento (2020), le foto della nuova generazione

Anche in abitacolo, come avevamo avuto modo di vedere già attraverso i teaser, lo stile cambia profondamente e abbraccia il trend del momento, col doppio schermo per strumentazione e infotainment che occupa buona parte della plancia. Al di sotto del monitor centrale sono sistemati i comandi per la climatizzazione mentre il tunnel ospita alcuni pulsanti fisici assieme a 2 rotori, uno per gestire il cambio e l’altro – probabilmente – per selezionare le varie modalità di guida.

Ibrido e tecnologico

La nuova Kia Sorento porterà al debutto un nuovo powertrain full hybrid denominato "Smartstream" composto dal 1.6 T-GDi e un motore elettrico da 44,2 KW (60 CV) alimentato da un pacco batteria ai polimeri di litio da 1,49 KWh, sistemato sotto il posto del passeggero. La potenza totale sarà di 230 CV con 350 Nm di coppia. Si tratta solo del primo passo di un'elettrificazione che in futuro conterà anche su un sistema ibrido plug-in.

Lato assistenti alla guida il SUV coreano monterà il nuovo sistema frenante multi-collisione che, in caso di scoppio degli airbag, attiva i freni per limitare i danni. Ci sarà poi anche il Surround View Monitor remoto, in grado di proiettare le immagini di ciò che circonda l'auto non solo sul monitor centrale ma anche sullo smartphone.