Dopo la versione con 8 ruote, adesso è il momento di passare al sistema di scarico

Se non fosse stato già abbastanza chiaro, a questo punto è cristallino. I ragazzi russi di Garage 54 sono davvero in grado di fare cose folli, ma che di sicuro sanno attirare l'attenzione. Dopo aver elaborato all'estremo diversi modelli Lada, hanno persino provato a riprodurre un Tesla Cybertruck. Tale è il grado di "follia" di questi ragazzi che in un'occasione hanno provato a far funzionare una Lada con la Coca Cola come combustibile.

In questo caso, però, i gestori dell'officina russa non si sono concentrati su una Lada, ma hanno continuato con la Fiat Uno a otto ruote che abbiamo visto qualche settimana fa. Sulla carrozzeria, infatti, ci sono ancora i segni dell'elaborazione precedente, che senza alcuna ragione valida aveva aggiunto due coppie di ruote alla picola utilitaria italiana. 

Fotogallery: Fiat Uno By Garage 54

Senza logica

In questo caso, le modifiche non si sono concentrate sulla trazione, ma sul sistema di scarico che adesso vede una sorta di "organo" ergersi sopra il motore. Ci sono infatti 4 silenziatori che si collegano direttamente su ciascuno dei quattro cilindri, attraverso un processo di saldatura meccanica, che ha richiesto anche una sorta di telaio, abbastanza rudimentale, per sostenere il peso del sistema.

Limiti tecnici

Ovviamente, per eseguire questo esperimento, i meccanici hanno dovuto fare a meno del cofano, a causa del fatto che è impossibile conciliare la parte che copre il motore e le ingombranti dimensioni dei silenziatori.

Ad essere sinceri, non è la prima volta che vediamo un veicolo con più tubi di scarico installati. Negli Stati Uniti, molti preparatori della famosa "hot rod" apportano queste modifiche abbastanza frequentemente. Inoltre, l'assenza di un silenziatore rende questi veicoli un rumore assordante.

Fiat Uno con cuatro silenciosos de escape by Garage 54

Curiosi?

Quindi, dopo l'accurata installazione dei quattro silenziatori da parte dei meccanici, i responsabili del progetto hanno deciso di avviare il motore per vedere cosa sarebbe successo.

Secondo voi come è andata? Se la curiosità vi stuzzica vi consigliamo di guardare il video che accompagna questo articolo.

Fonte: Garage 54