Secondo prototipo di questo tipo, stavolta l'auto si regge in piedi e cammina, finché qualcosa va storto

Quando si uniscono Garage 54 e una vecchia Lada, di solito per quest'ultima non va mai a finire molto bene, basti pensare a quella Lada con 300 LED per farsi un'idea.

Stavolta, però, c'è qualcosa di diverso: in questo caso la "malcapitata" è passata anche per le mani di Workroom Siberia, un canale russo su Youtube di appassionati di auto, e il risultato è una che sa camminare nel vero senso della parola.

Già in precedenza avevano provato a creare un "deambulatore" per le auto, ma in quel caso il prototipo non fu in grado di resistere al peso della vettura. È anche vero, però, che si impara dai propri errori, e questa nuova "Lada-Walker" ne è la dimostrazione.

Le ruote sono il fulcro del meccanismo

La prima cosa da smontare - e anche l'ultima da rimontare - è stato lo scarico, e non per una questione di sound: la struttura del bipede, infatti, interconnette le due "zampe" passando proprio sotto l'auto.

È stato anche installato un sottotelaio personalizzato, per irrigidire al massimo il posteriore della Lada, insieme a dei rinforzi che passano attraverso i montanti posteriori.

Le singole gambe sono legate a un tubo saldato all'esterno di ogni ruota: in questo modo, i cerchioni funzionano come una vera e propria manovella che aziona il meccanismo delle zampe. Infine, il differenziale è stato saldato per evitare che le gambe andassero fuori fase.

È un sistema piuttosto ingegnoso, dato che si tratta di una serie di semplici leve metalliche, con articolazioni in grado di imitare il movimento delle gambe.

Cammina, ma non per molto

Definirlo un successo è relativo, dipende da cosa si intende per "successo": l'auto si regge sulle proprie zampe e, pur senza infrangere alcun record di velocità, riesce anche a camminare mossa dal leveraggio collegato alle ruote.

Sempre di esperimento si parla però, quindi qualcosa potrebbe sempre andare storto. E in effetti è proprio ciò che a un certo punto succede alla Lada-Walker, come si vede - e si sente - chiaramente nel video.