La versione più estrema e senza targa sarà svelata il 12 novembre

Con una mossa a sorpresa Horacio Pagani ha annunciato l'arrivo della Pagani Huayra R per il prossimo 12 novembre, la versione da pista che avrà un nuovo motore aspirato.

Anche l'anticipazione arriva in modo inusuale, all'interno di un video di Autostyle Design Competition, un concorso per giovani designer che prevede proprio per il 12 novembre un incontro online con il Pagani Design Center.

Erede della Zonda R

Questa inedita Pagani Huayra R è destinata a perpetuare la tradizione iniziata con la Zonda R, versione da pista e non omologata per l'uso stradale che è servita a dimostrare le capacità tecniche del costruttore italo-argentino.

Proprio come la Zonda R, prodotta in 15 esemplari e con motore 6.0 V12 aspirato da 750 CV, anche la Huayra R è decisa a rinunciare al turbocompressore che invece soffia nei cilindri di tutte le altre Huayra, compresa la potentissima Imola (827 CV).

"Un oggetto veramente incredibile"

Nel video di anticipazione lo stesso Horacio Pagani parla di

"un oggetto veramente incredibile, addirittura con un motore nuovo, aspirato, fatto specificamente per questo progetto."

A questo punto c'è da credere che la Pagani Huayra R possa sfruttare un propulsore sviluppato ex novo, forse ancora con la collaborazione di Mercedes-AMG.

Fotogallery: Pagani Imola

In attesa della sostituta e magari della Revolucion

Nessuna info ufficiale quindi su potenza e prestazioni, ma c'è da aspettarsi dalla Huayra R più di 800 CV e un peso ridotto all'osso.

Fotogallery: Pagani Zonda Revolucion

In seguito potrebbe rinascere un altro mito Pagani con una versione ancora più potente ed estrema, una futura Huayra Revolucion (in stile Zonda Revolucion) da oltre 900 CV.