La domanda di vernici riferita al settore automotive si limita essenzialmente ai colori classici

"Ogni cliente può far dipingere un'auto di qualsiasi colore desideri, purché sia nera". Queste sono state le parole di Henry Ford quando la Ford Model T è stata messa in produzione, e si ritiene che le abbia pure raccontate alla propria rete di concessionari.

I tempi sono cambiati da allora. Oggi la componente design e lo stesso colore, sono decisamente più importanti, tanto da rappresentare uno dei principali punti di forza di un'auto nuova.

Tinta unita

In effetti il nero non è più popolare come colore tanto quanto un tempo. Il 68 ° rapporto annuale redatto da Axalta (uno dei principali fornitori mondiali di vernici liquide e in polvere) “racconta” quali siano i colori più celebrati nel settore automotive, e ha rivelato quali sono i tre preferiti dagli automobilisti.

Come di consueto è ancora il bianco la colorazione più in voga, tanto da essere la favorita a livello globale per 10 anni consecutivi.

Axalta raccoglie dati dai paesi in cui vengono prodotte le automobili e crea un elenco dei colori per auto più popolari a livello globale. Le informazioni vengono quindi fornite ai produttori per consentire loro di "osservare le tendenze a livello mondiale".

Meglio il classico

Il sondaggio di quest'anno mostra che il 38% dei veicoli prodotti sono dipinti di bianco, seguito dal 19% di auto nere e dal 15% di auto grigie.

Sorprendentemente la domanda di auto d'argento continua a diminuire, mentre le auto nere rimangono popolari principalmente nel segmento del lusso. In totale, i primi quattro colori più popolari rappresentano una quota di mercato dell'81% a livello globale.

Le tendenze di acquisto dei consumatori riflesse nel rapporto regolano lo sviluppo di colori innovativi per il futuro

ha commentato Nancy Lockhart, global product manager del colore presso Axalta. "Siamo lieti di condividere questi dati con i nostri clienti, adoperando la nostra tecnologia nella giusta direzione per lavorare insieme a loro e dare vita a colori al passo con i tempi". Il primo rapporto annuale di Axalta fu pubblicato nel 1953.