Nel mondo del Motorsport è difficile trovare qualcosa di più piccolo e divertente delle vecchie MINI: non sono le vetture più veloci né le più stabili a dirla tutta, ma sono realmente spassose da vedere correre e ringhiarsi contro l'una con l'altra.

Se siete amanti di queste piccole sportive inglesi, sappiate che il weekend del 21/22 agosto al circuito di Brands Hatch (Inghilterra, a sud-est di Londra) ci sarà il MINI Festival, che a differenza delle gare ufficiali permette a qualunque MINI di entrare, senza limiti di modifiche: è la Fastest MINI in the World Race, letteralmente la gara delle MINI più veloci del mondo.

Anima Racing, "since 1961"

Spesso e volentieri, le MINI ce le ricordiamo come quelle piccole belve in miniatura che correvano già negli Anni '60, forti di una trazione anteriore che all'epoca era quasi una mosca bianca nelle competizioni: a quel tempo, infatti, dominavano la scena le Ford Cortina, leggere e agili coupé a trazione posteriore, che in alcune versioni potevano contare anche sui motori Lotus.

Se volete farvi assalire dalla nostalgia, qui sotto trovate un video di una MINI dell'epoca che insegue un'Alfa Romeo Giulia Anni '60 sul Goodwood - praticamente "The Italian Job" nella vita reale.

Nel corso del tempo la ulteriore leggerezza e la semplicità delle MINI le fecero diventare iconiche sia nelle gare su circuito, sia nel campionato mondiale Rally. Lì però c'erano le rigide regole della FIA da seguire, mentre in questo evento sul Brands Hatch ci si può sbizzarrire e tirare fuori veramente tutto quello che si può da una vettura così compatta.

MINI + Audi Quattro

In realtà non è un evento completamente sregolato in stile gara di accelerazione illegale fra i semafori, perché tutte le MINI presenti - e, sottolineo, secondo le adesioni prenotate sarà il più grande dell'ultimo decennio - verranno divise in quattro classi a seconda del motore e delle prestazioni.

La più divertente e sbalorditiva di queste classi, probabilmente, sarà la "Classe A MINIs": qui non ci sono restrizioni di alcun tipo, si può montare qualunque motore si voglia, abbinato alle più disparate appendici aerodinamiche.

Per fare qualche esempio, è in questa categoria che correranno la Duratec di Bill Richards e la famigerata MINI Quattro di Chris Slade: quest'ultima, dal chiaro rimando alla nomenclatura Audi, non ha soltanto le quattro ruote motrici, ma anche il 2.5 a cinque cilindri della RS3. Qui però sviluppa 800 CV, che è il doppio della nuova RS3... su un'auto che all'incirca peserà forse la metà di una RS3. Insomma, i numeri parlano chiaro: a quella MINI manca ben poco per volare.

Fastest MINI in the World Race 2021, le più estreme
MINI Duratec
Fastest MINI in the World Race 2021, le più estreme
MINI quattro

Peter Baldwin, pilota che ha partecipato alla primissima Fastest MINI of the World Race del 1994, ha detto a riguardo:

"Non mento se dico che è una gara fantastica, anche perché può attingere a una lista fra le migliori del mondo, per auto e piloti da corsa.

Sono felice di poter vedere una griglia così vasta: oltre ad essere uno spettacolo ancora oggi per gli appassionati, è anche un bel momento per ricordare le iconiche MINI da gara che hanno fatto la storia negli Anni '60."