Il Nurburgring. L’Inferno Verde. O semplicemente uno dei circuiti più tecnici e affascinanti al mondo.

Il tracciato è il terreno di prova ideale per supercar e auto ad alte prestazioni, ma è anche la meta ambita da tanti appassionati europei (e non solo). E non c’è bisogno di avere una Ferrari o una Lamborghini per divertirsi: come dimostra questa video compilation, basta metterci solo tanto cuore e un po’ di sana “ignoranza”.

Le “sportive” che non ti aspetti

Al Nurburgring, infatti, non sono necessari requisiti minimi di potenza per accedere. Non serve per forza un motore da corsa o un assetto specifico, ma bastano quattro ruote (e tanto buon senso) per divertirsi a dovere.

Nel video si vedono city car come la Citroen AX o la Renault Twingo alle prese con accelerazioni al limite e curve ad “alto tasso di rollio”. Sono presenti addirittura furgoni come il Ford Tourneo Connect o il Volkswagen Transporter.

Tra pneumatici che fischiano, improbabili duelli tra Skoda Fabia e Porsche 911 e inquietanti escursioni fuori pista, il divertimento non manca di certo.

Come girare al Nurburgring

Divertirsi sì, ma sempre con grande attenzione. Non solo per senso di responsabilità, ma anche per evitare spiacevoli situazioni con la direzione del tracciato.

Al Nurburgring non si può ovviamente driftare ed è obbligatorio rispettare delle regole minime di circolazione. Occhio anche ad eventuali incidenti perché qui vale la regola del “chi rompe paga”. L’intervento del personale e/o la riparazione delle barriere del circuito è totalmente a carico del guidatore.

Il circuito è comunque aperto tutto l’anno ad eccezione dei giorni in cui si tengono competizioni ed eventi ufficiali. Per prenotare la propria sessione in pista è necessario acquistare online il ticket. Si può scegliere un abbonamento annuale o un prezzo al giro. In alternativa, si può viaggiare come copilota al fianco di un professionista e a bordo di una Mercedes-AMG GT R Pro.